Tutte le Risposte

Registrati o effettua il login per salvare le risposte preferite e ricevere suggerimenti su misura per te. Naviga per categoria, in ordine alfabetico o per specialità, oppure utilizza il campo di ricerca per cercare esclusivamente fra le risposte.

Fai una ricerca rapida fra le risposte

Le ultime risposte dei nostri specialisti
  • Ipotiroidismo: quale dieta seguire?

    Secondo la medicina ufficiale non esiste una dieta standard per contrastare l'ipotiroidismo prima di tutto a causa delle diverse origini di questo disturbo caratterizzato da un'insufficiente sintesi di ormoni tiroidei. ...

  • Ustione: qual è la prima cosa da fare?

    Sia che il paziente sia un adulto o un bambino la prima cosa da fare è allontanare la fonte dell`ustione (che può essere una fonte di calore o una sostanza chimica). ...

  • Ipertiroidismo in gravidanza: come gestirlo?

    L'ipertiroidismo in gravidanza può essere controllato senza rischi per il feto, purché sotto controllo di un endocrinologo esperto. Nel 1° trimestre si imporrà una diagnosi differenziale tra cause...

  • Ipertiroidismo: che cos'è?

    L'ipertiroidismo è una sindrome (dimagramento, tachicardia, nervosismo , irritabilità) dovuta ad eccessiva produzione di ormoni da parte della ghiandola tiroide. Esordio e quadro clinico della malattia sono variabili, talvolta...

  • RSA: che cos'è?

    La RSA è l'ospizio o casa di risposo: è una struttura residenziale esterna all'ospedale che fornisce accoglienza, prestazioni sanitarie e di recupero ad anziani non autosufficienti fisicamente e psichicamente. ...

  • Balbettare: è possibile smettere?

    Non esistono cure miracolose ma programmi che aiutano nel controllo della balbuzie e che spesso portano a un controllo talmente soddisfacente ed efficace tale da far considerare il problema superato. ...

  • Balbuzie: può passare da sola?

    La balbuzie si manifesta nel 5% dei bambini tra i 2 ed i 7 anni d’età. Il 75-80% di loro tornerà gradualmente alla fluenza normale del parlato ma qualora invece...

  • Disprassia: che cos'è?

    La disprassia è un disturbo che riguarda la funzione motoria nell’articolazione della parola. La persona disprassica è impossibilitata ad articolare correttamente suoni e fonemi e il bambino ritarda a...

  • Difetto di pronuncia in bambino di 2 anni: cosa fare?

    In questi casi l'indicazione più sensata è l'esecuzione di una visita foniatrica, ma non c'è un'età più indicata di un'altra. Sarà la visita foniatrica a stabilire l'eventuale terapia logopedica più...

  • Sangue occulto nelle feci, cos'è?

    Si parla di "sangue occulto nelle feci" quando gli escrementi presentano tracce di sangue non visibili ad occhio nudo ma soltanto mediante specifiche analisi di laboratorio. La ricerca di sangue...

  • Esame delle feci: come si svolge?

    L'esame delle feci consiste nell'analisi di un campione di feci raccolto dal paziente secondo le modalità prescritte dal medico nell'ottica di verificare aspetto, colore, odore, consistenza ma anche caratteristiche chimiche (pH, acidi grassi,...

  • Analisi del sangue: come si leggono?

    L'esame del sangue è probabilmente l’esame più diffuso e più richiesto perchè permette di individuare le sostanze che circolano nel corpo, ma anche di capire se un organo sta funzionando bene o meno....

  • Soluzioni alcoliche presenti in ospedale: cosa sono?

    Si tratta di soluzioni a base alcolica che riducono in modo significativo il numero dei germi cutanei agendo rapidamente e causando meno irritazioni rispetto all’uso frequente del lavaggio con acqua e sapone. ...

  • Lavarsi le mani in ospedale: come fare?

    Le sei indicazioni chiave (per tutti) per lavarsi bene le mani con acqua e sapone in ambiente ospedaliero sono: 1. Aprire il rubinetto e far scorrere l’acqua sulle mani. ...

  • Norme igieniche in ospedale: quali sono?

    Quando sei in dubbio se un medico, un infermiere o un operatore sanitario si sia lavato o meno le mani prima e dopo averti toccato devi ricordarti che è permesso fare domande al...