La chemioterapia è consigliata in caso di grave tumore in una persona anziana?

"A mia mamma,78 anni è stato diagnosticato un grave tumore al cervello, al polmone e alle vie biliari. È stata anche colpita da ictus che gli ha legermente immobilizzato la mano destra. Ma ora nonostante tutto sta abbastanza bene. Cosa mi consigliate di fare? La chemioterapia potrebbe essere utile?"

Molti sono i fattori determinanti nella scelta del percorso terapeutico più adatto a ciascun paziente: tipologia e sede del tumore primitivo (cioè origine di tutte le sedi attualmente colpite) che determinano la possibilità di risposta ai farmaci, estensione della malattia e sede delle metastasi, età, altre malattie, condizioni generali, presenza di sintomi o disturbi, aspettative del paziente e della famiglia.

Per questo è difficile rispondere alla tua domanda senza conoscere il paziente. In linea generale posso dire che di fronte ad una paziente anziana con un malattia così diffusa eviterei farmaci tossici come i chemioterapici.

Questo non significa non curare il paziente che potrà essere affidato alle cure palliative, cure che mirano a controllare i disturbi per far stare meglio possibile con pochi effetti collaterali senza influenzare però l’andamento della malattia in se.

Hai trovato questa risposta utile:

Ho ancora dubbi

*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer

Risposta a cura di:

Specialità:
Oncologia
Argomenti:
Chemioterapia, Tumore cerebrale, Ictus, Tumore al polmone
lascia una recensione

Risposte simili