Quali problemi possono causare ipercolesterolemia e ipertensione?

"Ho 54 anni, durante un esame di routine, mi è stato riscontrato che ho il livello di colesterolo cattivo molto alto rispetto al limite, così sono andato a farlo controllare dal medico curante, il quale mi ha misurato anche la pressione ed è risultato che ho anche l’ipertensione. Prima di darmi farmaci, ha detto che devo correggere molte abitudini alimentari per perdere peso, dato che sono un po’ obeso, ma non posso fare attività fisica perché ho il ginocchio che si gonfia appena cammino per 10 minuti e tra 6 mesi vede se è il caso di darmi dei farmaci sia per il colesterolo alto che per la pressione alta. Non avevo nessun sintomo, ma il fatto che sia mio padre che mia madre soffrivano di entrambi questi disturbi, significa che automaticamente anche i figli devono combattere con questi problemi? Quindi è il caso che faccia controllare anche mia sorella che ha 53 anni? Dopo questa diagnosi, ho letto che alti livelli di colesterolo e pressione alta possono portare all’arterosclerosi. Dato che io non so da quanto tempo ho questi disturbi, potrei avere formato sicuramente le placche aterosclerotiche? Ho paura di andare incontro a questa malattia. Nella mia città consigliano l’ecografia dei TSA dopo i 65 anni di età e in effetti il mio medico curante non mi ha detto di fare questo esame. Il mio medico curante mi ha detto di stare calmo e che ci sono persone con alti livelli di colesterolo che non sviluppano mai le placche aterosclerotiche e che le persone più a rischio di sviluppare malattie concernenti il cuore con solo colesterolo alto e pressione alta sono le persone con fasce di età dagli 85 anni in su. Ho anche fumato dall'età di 14 anni fino a 40 anni. Lei conferma ciò che mi ha detto il medico di base? Grazie."

Ti voglio tranquillizzare perchè l'aterosclerosi è un fenomeno che colpisce col tempo tutti, essendo un invecchiamento dei vasi arteriosi nella praticità. Ovvio che fumo, diabete, ipercolesterolemia, ipertensione, laddove non trattate (ecco perchè iniziare farmaci anche e specie se non si hanno sintomi) possono accelerare il tutto. Quindi fai, senza ansia, quantomeno un controllo cardiologico all'anno, in modo da valutare in prevenzione primaria anche quali esami di secondo livello via via fare; esempio, ecocardiogramma, test da sforzo, monitoraggio pressorio, eco TSA.

Sulla domanda in merito alla sorella allargo e ti dico: tutti noi, dopo i 40 anni, anche se asintomatici, dovremmo fare una visita di screening dal cardiologo.

Saluti

Risposta a cura di:
Dr. Luigi Gianturco
Dr. Luigi Gianturco
Cardiologo Milano
(5)
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Vedi tutte le risposte