Tutte le risposte di Infermieristica

Hai un dubbio o un problema di Infermieristica? Cerca la soluzione fra le risposte dei nostri esperti!

Cerca fra le risposte

Le ultime risposte dei nostri specialisti
  • Rianimazione: si possono legare i pazienti agitati?

    Che sia spiacevole siamo tutti d'accordo; è normale quanto qualsiasi altro provvedimento ospedaliero dettato da urgenza ed emergenza. Che sia infine necessario è anche testimoniato dalla tua domanda. Un...

  • Bruciature con acqua bollente: cosa fare?

    Qualora la cute sia rimasta integra, si è al riparo dalle infezioni; al bisogno il dolore si può combattere con apposita terapia adeguatamente prescritta, sia generale che topica (applicazioni di freddo, antidolorifici ecc.);...

  • Unghia incarnita: come medicarla?

    Se già operata, va medicata come qualsiasi ferita chirurgica: utile un pediluvio tiepido-fresco in Ipoclorito di sodio, dopodichè si tampona con Iodopovidone e si medica a piatto con garza sterile e grassa, in...

  • Risonanza magnetica: cos'è il liquido di contrasto?

    La risonanza magnetica è un esame diagnostico pari, anzi più dettagliato e più preciso di una tac. E' un esame dove si vedono immagini del nostro corpo a fettine, virtuali. ...

  • Intossicazione da candeggina: cosa fare?

    Consiglierei innanzitutto di evitare l'impiego della candeggina, e di areare spesso i locali ove soggiorni qualora vi sia stata impiegata. La candeggina è un irritante specialmente per le vie...

  • Emorragie: sono dovute a coma farmacologico?

    Del coma farmacologico non mi risultano effetti del genere, né documentati né ricercati o voluti. Piuttosto penserei che il paziente, a causa di un non ben precisato incidente, si sia procurato...

  • Frattura al femore: quali movimenti eseguire?

    Buonasera, solitamente in questi casi è consigliabile porre tra le gambe del paziente un cuscino grande, successivamente bisogna girarlo sul lato della gamba sana, cercando di mantenere una distanza constante tra le...

  • Coma farmacologico: dopo quanto ci si sveglia?

    Sicuramente l'anestesista che lo ha prescritto può essere più preciso in merito; con un coma farmacologico, a differenza di un coma "classico", è possibile programmare il risveglio del paziente. ...

  • Alimentazione paziente non collaborante: come fare?

    A seconda dello stato e dell'affezione avuta dal paziente, il metodo di alimentazione cambia. In tutti i casi, se l'alimentazione non è attuabile attraverso bocca e il paziente risulta compromesso...

  • Aborto: è necessaria la presenza di un'infermiera?

    Più che di aborto mi pare che ti riferisca all'interruzione volontaria di gravidanza, una procedura delicata e impegnativa sotto molti aspetti, per ovvie ragioni da svolgersi necessariamente in una struttura ospedaliera o similmente...