Qual è la terapia per l'ischemia per stenosi carotidea?

"Cosa si può fare in caso di ischemia per una stenosi carotidea? E' curabile? "

Le arterie carotidi, insieme alle arterie vertebrali, sono i vasi principali che garantiscono l'apporto di sangue al cervello.

Per stenosi della carotide, s'intende il restringimento del corpo dell'arteria carotide, con conseguente riduzione del vaso e minor apporto di sangue. Il cervello necessita di un continuo e costante apporto di sangue: riduzioni di flusso, dovute a stenosi o altre cause, possono determinare patologie cerebrali importanti.

La stenosi, o addirittura l’occlusione dell’arteria carotide, può essere del tutto priva di sintomi, grazie al doppio lavoro di irrorazione cerebrale sostenuto da altre arterie. Quando però questo compenso non è sufficiente, si determina un minor afflusso di sangue al cervello (ischemia), con conseguente sofferenza cerebrale che si può tradurre essenzialmente in un attacco ischemico transitorio o ictus.

Esistono attualmente 2 opzioni di trattamento per i pazienti con stenosi carotidea: la prima è l’angioplastica con palloncino associata al posizionamento di uno stent, attraverso un catetere portato direttamente in arteria carotide interna. Questa procedura viene eseguita da un radiologo interventista.

La seconda opportunità è l’intervento chirurgico che viene eseguito dal chirurgo vascolare o dal neurochirurgo.

Risposta a cura di:
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Vedi tutte le risposte