E' normale la pressione alta negli anziani?

"Mio padre di 78 anni soffre spesso di pressione alta: è normale o è il caso di fare degli accertamenti?"

L'ipertensione arteriosa spesso definita comunemente "pressione alta" consiste nell'aumento della pressione arteriosa che si può considerare come uno degli indicatori di invecchiamento biologico. Poiché i valori che identificano la pressione sono due, minima e massima, è logico porsi il problema a quale dei due valori si debba prestare più cura nel caso di ipertensione. In passato era la minima, o diastolica, il valore di riferimento; oggi si tiene conto di entrambi i valori. Alcune ricerche hanno rilevato che i rischi legati a una pressione massima, o sistolica, alta sono maggiori di quelli derivanti da una minima elevata. E' importante considerare anche la pressione differenziale, cioè la differenza fra massima e minima. In una persona anziana come lo è tuo padre la minima tende a ridursi, mentre la massima aumenta a causa della ridotta elasticità delle arterie. Una pressione differenziale alta può essere il sintomo di una cattiva condizione dei vasi. Rivolgiti al suo medico di base per dei controlli periodici.

Hai trovato questa risposta utile:

Ho ancora dubbi

*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer

Risposta a cura di:

Specialità:
Geriatria
Argomenti:
Ipertensione, Pressione bassa, Pressione alta, Pressione differenziale, Sistolica, Diastolica
lascia una recensione

Risposte simili