Carenza di potassio

Contenuto di:

La carenza di potassio si può verificare soprattutto in estate a causa di un'alimentazione poco bilanciata ed un'eccessiva sudorazione con la quale si eliminano enormi quantità del minerale. Per controbilanciare la carenza è possibile attingere da una gran quantità di cibi tra cui frutta e verdura.

Che cos'è la carenza di potassio?

Potassio | Pazienti.it

La carenza di potassio è una condizione associata alla ridotta presenza del minerale nel corpo.

Quali sono le cause della carenza di potassio?

La carenza di potassio nel corpo può essere causata da molteplici fattori. Tra le cause sono incluse:

  • eccessiva sudorazione
  • abuso di alcol e caffè
  • dieta povera di cibi che contengono il minerale
  • assunzione di diuretici e cortisonici

Quali sono i sintomi dovuti a carenza di potassio?

I principali sintomi che fanno sospettare una carenza di potassio sono:

  • stanchezza
  • debolezza
  • perdita del tono muscolare
  • crampi
  • lieve appannamento dei riflessi
  • scarsa lucidità mentale
  • ansia

Quali possono essere le conseguenze della carenza di potassio?

Una carenza di potassio provoca patologie gastrointestinali come:

  • diarrea ricorrente
  • vomito
  • sindromi da malassorbimento

Quali cibi possono essere consumati per evitare la carenza di potassio?

Per controbilanciare una carenza di potassio si può attingere da una gran quantità di cibi:

  • frutta (soprattutto: banana, melone, albicocca)
  • verdura
  • legumi
  • cereali integrali
  • pesce

Quali sono i trattamenti per la carenza di potassio?

Nel caso in cui venga diagnosticata una ipokaliemia, se il potassio è leggermente basso, è possibile intervenire semplicemente a livello alimentare o d'integrazione; se il livello di potassio è gravemente basso si interviene con la somministrazione di cloruro di potassio liquido per via endovenosa. Inoltre, se la condizione è patologica, deve essere curato il disturbo di base.

Argomenti: Carenza di potassio