I consigli per smaltire le abbuffate: digiuno o dieta detox?

Pubblicato il 16/12/2017
I consigli per smaltire le abbuffate: digiuno o dieta detox? | Pazienti.it

Durante il periodo natalizio, con la scusa della rinnovata convivialità, pranzi e cene diventano infiniti e, spesso, nei giorni di festa tendono a fondersi diventando dei lunghi cenoni composti da innumerevoli pietanze. Il solito problema che ci si pone dopo i vari festeggiamenti è come smaltire tutto ciò che si è mangiato.

Di modi ce ne sono tanti, ma uno è decisamente sconsigliato e controproducente: il digiuno per dimagrire. Quante volte si sente dire: “dopo Natale mi metto a dieta, anzi a digiuno”?

Vediamo perché bisogna evitare assolutamente di digiunare dopo le feste, ma piuttosto prediligere una dieta detox per purificare il fegato e limitare l’assunzione di calorie.

Il digiuno per dimagrire proprio no

Chi pensa che digiunando riuscirà a perdere i chili in più accumulati durante le feste si sbaglia di grosso. Questa abitudine è molto rischiosa, non solo perché tende a far venire più fame, ma anche perché rallenta il metabolismo. Un metabolismo lento permette di assimilare un maggior numero di calorie anche per i pasti più leggeri.

Meglio fare tanti piccoli pasti a base di alimenti con un basso contenuto calorico e con un’azione disintossicante per l’organismo, che aiutano a velocizzare il metabolismo e perdere peso più facilmente.

I pranzi natalizi, infatti, non portano solo chili in eccesso, ma tendono ad aumentare i livelli di colesterolo nel sangue, così come anche quelli di zuccheri. Senza parlare della componente alcolica delle feste, tra vini, ammazzacaffè e digestivi vari, che vanno a caricare di lavoro il fegato.

Gli alimenti da eliminare e quelli da prediligere

Secondo gli esperti, per ripulire il fegato, bisogna eliminare gli alimenti più grassi. Quindi si sconsiglia di condire con burro, mangiare dolci, formaggi e di limitare l’assunzione di alcol a zero bicchieri. Infatti, è impensabile cercare di dimagrire e di ripulire l’organismo assumendo regolarmente alcolici. Soprattutto evitare i grassi saturi che aumentano i livelli di colesterolo.

I primi sintomi del fegato appesantito sono stitichezza e spossatezza, cioè mancanza di energie. Per sentirsi meglio dopo le feste, è consigliabile prediligere una dieta ricca di fibre, con ortaggi, cereali, legumi, verdure a foglia verde e varie, sia fresche che bollite.

Per ripulire il fegato, si consiglia inoltre di bere molta acqua, oppure molte tisane purificanti, come quella al finocchio e al tarassaco che permettono di aumentare la minzione, favorendo l’eliminazione delle tossine. Da non dimenticare tutti gli alimenti drenanti, come carciofi, finocchi, broccoli, insalate e cicorie.

Inoltre, una dieta ricca di fibre velocizza il transito intestinale, eliminando il problema della stipsi e migliorando la salute del microbiota intestinale, fondamentale per stare e sentirsi bene.

Vitamine e minerali sono un’altra componente essenziale per migliorare la salute dell’organismo, in quanto permettono di limitare la sensazione di affaticamento, tipica del post-festeggiamento. Un must da inserire nella dieta sono le barbabietole, ricche non solo di vitamine del gruppo B e C, ma anche di sali minerali, come magnesio, calcio, zinco e ferro, che stimolano l’azione detox dell’organismo.

Al posto dei dolci, prediligere la frutta, specie quella con effetti disintossicanti sull’organismo, come per esempio:

  • Limoni
  • Fichi
  • Mele
  • Uva

Un grande sì per la dieta detox: ecco un esempio

Tra digiuno o dieta detox, è quest’ultima ad aggiudicarsi un grande sì dagli esperti di nutrizione. La dieta detox dimagrante mira non solo a ripulire l’organismo da tutte quelle sostanze che sono nocive per la salute e che appesantiscono il lavoro del fegato, ma anche a limitare l’apporto calorico, responsabile dei chili in eccesso dopo le feste.

Come è stato descritto, costringersi al  digiuno per dimagrire dopo le festività è la cosa più sbagliata da fare, proprio perché interferisce con il metabolismo e non aiuta a perdere peso. Al contrario, una dieta detox, personalizzata in base ai propri gusti e ai propri obiettivi da raggiungere, è un ottimo modo per perdere peso e ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, oltre a contrastare eventuali carenze nutrizionali.

Innanzitutto, sarebbe bene eliminare dall’alimentazione caffè, alcolici, zuccheri e alimenti formati principalmente da grassi saturi. Per colazione meglio prediligere frutta, cereali, tè e fette biscottate. Gli spuntini fra un pasto e l’altro sono sicuramente ben accetti se a base di carote, finocchi, cicoria e frutta. Durante l’arco della giornata è importantissimo bere molta acqua o tisane senza zucchero.

Il pranzo e la cena di una dieta detox sono costituiti principalmente da verdure, legumi, come lenticchie, fave, lupini, piselli, cereali, patate, pesce poco condito o al vapore e carni magre ai ferri, avendo cura di limitare la dose di sale.

Per quanto riguarda i condimenti, è possibile utilizzare l’olio extravergine di oliva in piccole dosi, avocado, succo di limone e semi vari, come semi di chia, canapa, sesamo.

Durante il periodo natalizio si sa che le abbuffate sono praticamente all’ordine del giorno e autodisciplinarsi è davvero difficile. L’importante è controllare la propria alimentazione dopo le feste, fare tanta attività fisica e bere moltissima acqua. Il regalo migliore che possiamo fare a noi stessi per Natale arriva a gennaio, quando ci impegneremo a limitare i piacevoli “danni” fatti durante le feste! Quindi, digiuno o dieta detox? Per tutti, la seconda!

Vuoi approfondire l'argomento con uno specialista?

Scrivi al medico Parla con un medico
Roberta Nazaro
Scritto da:
261 articoli pubblicati

Commenta questo articolo:

comments powered by Disqus