Glicemia alta

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Salvatore Pacenza
Indice contenuto:
  1. Che cos'è la glicemia alta?
  2. Quali sono i rischi della glicemia alta?
  3. Quali sono i sintomi della glicemia alta?
  4. Quali sono i trattamenti per la glicemia alta?
  5. Quali sono le cause della glicemia alta?
  6. Cosa mangiare in caso di glicemia alta?
  7. Quali sono i cibi da evitare in caso di glicemia alta?

Che cos'è la glicemia alta?

Glicemia alta

Prima di tutto definiamo la glicemia. Questa rappresenta la concentrazione degli zuccheri all'interno del sangue. Generalmente, per sapere a quanto corrisponde questo valore, bisogna effettuare delle analisi a digiuno perché, a seconda dei cibi che vengono ingeriti e assimilati dal nostro organismo, possiamo avere dei diversi valori di glicemia, anche durante l'arco della stessa giornata.

Quando si hanno invece, valori sempre elevati di glicemia, si è in presenza del cosiddetto diabete mellito. In generale, questi per essere nella normalità dovrebbero essere compresi tra 60 e 120 mg/dl e sono proprio quelli di una persona che conduce una vita sana, mangiando un po' di tutto, ma nelle giuste quantità e praticando spesso sport.

In base al misuratore di glicemia, se il valore numerico massimo venisse superato, allora si parlerebbe di iperglicemia. In tali casi, bisogna prestare subito attenzione perché troppa concentrazione di glucosio nel sangue, può portare a contrarre malattie gravi.

Quali sono i rischi della glicemia alta?

Una iperglicemia anche lieve, se protratta nel tempo perché non diagnosticata può danneggiare l’organismo:

  • reni
  • cervello
  • arterie

In caso di glicemia alta è importante anche controllare la presenza di chetoni nelle urine poiché si può incorrere nel coma diabetico, pericoloso per la vita.

Quali sono i sintomi della glicemia alta?

Vari sono i primi sintomi che si avvertono improvvisamente quando si ha la glicemia alta. La necessità di urinare spesso ad esempio, è uno di queste, ma anche l'esigenza di bere molta acqua, l'iniziare a dimagrire a colpo d'occhio, febbre e predisposizione a infezioni di qualunque tipo.

Questi sono i principali sintomi che possono portare a pensare che soffriate di diabete. Avrete la sensazione che tutto ciò che beviate, non sia mai sufficiente rispetto alla sete che avete. Fatevi venire subito il dubbio che nel vostro sangue ci possano essere troppi zuccheri.

Ciò va ricondotto immediatamente al tipo di vita che conducete e a quante sostanze effettivamente ipercaloriche mangiate. Fare un'analisi di controllo comunque, non comporta alcun problema, anzi, nel caso foste diabetici, vi aiuterebbe a presentare al vostro medico una visione più approfondita e completa sulla vostra condizione di salute.

Altri sintomi che però possono essere avvertiti dal paziente, si presentano solo nel lungo periodo e sono, ad esempio, una visione più offuscata delle cose che si traduce in un chiaro indebolimento della vista e un affaticamento dovuto al fatto che l'organismo non produce insulina sufficientemente.

Infatti, le cellule prelevano zuccheri proprio da questa, ma se l'organismo non ne crea nei giusti quantitativi, non esiste più il modo di prelevarli. Nel caso in cui invece, abbiate un diabete di secondo tipo, i sintomi elencati precedentemente risultano essere poco evidenti e spesso è difficile riuscire a diagnosticare il problema, proprio per questo motivo.

In sintesi, i sintomi della glicemia alta sono:

Quali sono i trattamenti per la glicemia alta?

In genere la glicemia alta può essere trattata efficacemente con un semplice cambiamento di stile di vita:

  • migliorare la propria dieta
  • aumentare l'esercizio fisico
  • perdere peso
  • ridurre qualsiasi tipo di stress a carico del pancreas

Quali sono le cause della glicemia alta?

Come abbiamo accennato prima, il motivo principale della glicemia alta è racchiuso nel tipo di vita sregolata o meno che viene condotta dal paziente che risulta diabetico.

Quando il corpo non produce più insulina insorge il diabete di tipo 1, mentre se l'insulina non funziona in modo adeguato si è in presenza di diabete di tipo 2. Nei pazienti diabetici, il glucosio non viene utilizzato interamente dalle cellule, rimanendo così nel sangue e creando alti livelli glicemici.

Il diabete mellito è una delle condizioni più comuni che causa il glucosio alto. Tuttavia, per chi è affetto da diabete, l'iperglicemia può essere causata da:

  • assunzione di carboidrati
  • stress
  • poco esercizio fisico
  • infezioni e malattie varie
  • farmaci, specialmente a base di steroidi

Cosa mangiare in caso di glicemia alta?

In caso di glicemia alta, la prima cosa che bisognerebbe fare per ricorrere ai ripari, è cercare di migliorare il proprio modo di mangiare e quindi, il proprio stile di vita.

È necessario evitare di ingerire cibi pieni di calorie e di limitarsi a gustare vivande che arrivino massimo a 1900 chilocalorie giornaliere. Le cose che vi permettono di arrivare alla glicemia bassa, sono ad esempio, il riso, le patate, la pasta, non nello stesso pasto, le verdure, però solo quelle a foglia larga, la frutta di stagione e gli irtaggi in generale.

Seguendo una dieta equilibrata, riuscirete in breve tempo a riportare la vostra glicemia nel range stabilito ed in quel caso, qualche strappo alla regola sarebbe anche consentito. Chi è diabetico dovrebbe mangiare legumi almeno tre volte alla settimana, pesce e carni soprattutto bianche almeno due volte. 

Infatti, è possibile normalizzare questa condizione anomala attraverso una dieta ricca di:

  • verdura a foglia ricca di fibre
  • ortaggi e frutta fresca
  • riso
  • pasta
  • patate lesse
  • pane integrale

Inoltre, si consiglia di consumare:

  • legumi, come piselli, fagioli e lenticchie, per tre volte a settimana
  • pesce 2 volte la settimana
  • carne bianca e magra al posto di carni rosse
  • olio d'oliva a crudo per i condimenti

Quali sono i cibi da evitare in caso di glicemia alta?

In caso di glicemia alta, è necessario evitare di degustare alimenti grassi, come il burro. Al posto di questo, sarebbe opportuno utilizzare del buon olio di oliva, senza però eccedere nelle quantità, per condire la pasta, l'insalata e la carne a crudo.

Bisogna, inoltre, evitare il caffè e le bevande gassate che qualche volta, sono anch'esse ricche di caffeina.

Se foste poi dei fumatori, la cosa migliore sarebbe quella di smettere oppure di limitare al minimo l'uso di sigarette. Tra tutti i pasti della giornata, quello più importante, come dicono i nutrizionisti è  la colazione che deve essere fatta a base di latte parzialmemte scremato, yogurt, cereali e fette biscottate.

Potreste anche usare il tè al posto del latte, se fosse maggiormente di vostro gradimento. Tutto questo può portarvi al giusto metodo per capire come abbassare la glicemia.

In sintesi, se soffrite di glicemia alta, è meglio evitare cibi, quali:

  • grassi saturi, come burro, panna e strutto
  • bibite zuccherate
  • caffè