Ecografia prostatica transrettale

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Mario De Siati
Indice contenuto:
  1. Cos'è l'ecografia prostatica transrettale?
  2. Come si svolge l'ecografia prostatica transrettale?
  3. A cosa serve l'ecografia prostatica transrettale?
  4. Quando effettuare l'ecografia prostatica transrettale?

Cos'è l'ecografia prostatica transrettale?

Fotosearch k10475610

L'Ecografia prostatica transrettale consiste in una tecnica d'indagine utile nello studio della prostata e nella valutazione delle dimensioni e della  sua morfologia.

Come si svolge l'ecografia prostatica transrettale?

L'ecografia prostatica transrettale prevede che venga introdotta  nel retto una sonda  in stretta contiguità con la prostata e questo rende possibile un'ottima visualizzazione della ghiandola nelle sue due componenti fondamentali: la porzione interna, dove si sviluppa l'ipertrofia prostatica benigna e la porzione esterna, dove spesso si generano i tumori.

Attraverso l'applicazione degli ultrasuoni emessi da una sonda, vengono visualizzati graficamente gli organi interni oggetto d'indagine, la loro forma e le loro eventuali alterazioni. Non è un esame doloroso, né fastidioso.

A cosa serve l'ecografia prostatica transrettale?

L'ecografia prostatica transrettale consente di ottenere informazioni  sulle caratteristiche della prostata in quanto si può determinare il suo volume, il residuo vescicale post-minzionale (cioè la quantità di urine che permangono nella vescica dopo la minzione), questo esame è fondamentale quando si esegue la biopsia prostatica ecoguidata.

Quando effettuare l'ecografia prostatica transrettale?

L'ecografia prostatica transrettale non risulta un esame doloroso ed è di aiuto nella diagnosi di alcune malattie che possono essere causa di infertilità. L'ecografia è una tecnica diagnostica molto utilizzata in ambito internistico, chirurgico e radiologico, per la semplicità di utilizzo e la buona affidabilità dei risultati.