Tachipirina

Contenuto di:

La tachipirina è il nome commerciale di un farmaco ad azione analgesica e antipiretica. Il principio attivo della tachipirina è il Paracetamolo.

Cosa è la Tachipirina?

Tachipirina | Pazienti.it

La Tachipirina è un farmaco analgesico ed antipiretico, acquistabile senza obbligo di prescrizione medica. La sostanza curativa della Tachipirina è il paracetamolo.

A cosa serve la tachipirina?

Il paracetamolo, principio attivo della tachipirina, è un farmaco ad azione analgesica (antidolorifico) e antipiretica (riduce la temperatura corporea in caso di febbre).

La tachipirina lenisce il dolore e riduce lo stato febbrile grazie alla sua capacità di inibire la produzione di prostanoidi a livello del SNC (sistema nervoso centrale). 

Sotto quale forma si presenta la Tachipirina?

La tachipirina si presenta sotto forma di compresse, bustine, supposte, sciroppo e gocce, queste ultime confezioni contengono dosaggi pediatrici.

La tachipirina, prodotta dalla casa farmaceutica Angelini, non contiene glutine. Una confezione chiusa correttamente ha una validità di 60 mesi.

La Tachipirina si presenta sotto forma di:

  • compresse
  • bustine in polvere da diluire in acqua
  • sciroppo
  • supposte

In quali casi si assume la Tachipirina?

Come antipiretico: trattamento sintomatico di affezioni febbrili come influenza, le malattie esantematiche, le affezioni acute del tratto respiratorio, ecc. Come analgesico: cefalee, nevralgie, mialgie ed altre manifestazioni dolorose di media entità di varia origine.

In sintesi, la Tachipirina, come antipiretico, si assume nel trattamento di:

  • affezioni febbrili come l'influenza
  • malattie esantematiche
  • affezioni acute del tratto respiratorio

Come analgesico, la Tachipirina è utilizzata nei casi di:

Quali sono le controindicazioni relative alla Tachipirina?

La Tachipirina, se assunta in dosi elevate, può provocare:

  • epatopatia
  • alterazioni a carico del rene e del sangue
  • reazioni cutanee
  • sindrome di Stevens Johnson: reazione acuta da ipersensibilità che coinvolge la pelle e le mucose
  • leucopenia: diminuzione del numero dei globuli bianchi
  • anemia: diminuzione della quantità di emoglobina totale presente nell'organismo
  • agranulocitosi: diminuzione del numero dei granulociti circolanti nel sangue
  • reazioni gastrointestinali
  • vertigini

In caso di gravidanza, sebbene non risultino particolari controindicazioni, si consiglia di assumere la Tachipirina sotto il controllo medico.

Argomenti: febbre Paracetamolo tachipirina
Febbre | Pazienti.it
Febbre

Con il termine febbre si indica una temperatura corporea superiore a 38°C. La febbre si verifica quando le difese immunitarie combattono un'infezione e per questo motivo, se possibile, dovrebbe essere...

Tachipirina | Pazienti.it
Paracetamolo

Il paracetamolo è il principio attivo di alcuni farmaci ad azione analgesica (antidolorifici) e antipiretica (riduttori di febbre). Il paracetamolo allevia il dolore e riduce la febbre attraverso la sua...

Pillole | Pazienti.it
Acetilsalicilico

L'acido acetilsalicilico è la sostanza curativa dei farmaci analgesici ed antipiretici. L'acido acetilsalicilico è impiegato nel trattamento degli stati influenzali, del mal di testa, della febbre e dei dolori muscolari.

Febbre_bottonosa | Pazienti.it
Febbre bottonosa

La Febbre delle Montagne Rocciose è un’infezione batterica trasmessa da una zecca (rickettsia). Senza un trattamento immediato, la febbre delle Montagne Rocciose può causare seri danni agli organi interni...

Temperatura_corporea | Pazienti.it
Temperatura corporea

Nell’uomo, fisiologicamente la temperatura corporea media è di 37°C. I sistemi di termoregolazione ne assicurano il mantenimento, entro il range fisiologico, anche quando all’esterno la temperatura subisce significative...