Quali cure per la sclerosi multipla?

"Mi è stata diagnosticata la sclerosi multipla, per ora non ho terapie, si manifesta con affaticamento alla gamba sinistra. Ho 52 anni, secondo i medici sono più di tre, quattro anni che ho questa malattia. Cosa e a chi rivolgermi per fare in modo di non peggiorare? A gennaio probabilmente mi faranno un'altra risonanza magnetica all'encefalo. Non ci sono cure mi è stato detto, e se peggiorerò ci sono solo antiinfiammatori e cortisoni. E' possibile? Rimango in attesa di una Vs. gradita risposta. Grazie"

E' indispensabile una diagnosi di Sclerosi multipla clinicamente definita cioè con almeno due attacchi distanziati nel tempo e che coinvolgono almeno due distretti del sistema nervoso. Altrimenti è inquadrabile come CIS, cioè come attacco singolo isolato, come mi sembra nel tuo caso.

E' importante che tu abbia fatto tutti gli accertamenti del caso per escludere altre malattie (esami ematochimici specifici, esame del liquor cefalorachidiano, Potenziali evocati, RMN encefalo e midollo).

In questi casi alcuni seguono l'andamento temporale della malattia, altri iniziano terapie più invasive come il beta-interferone per prevenire ulteriori attacchi.

Però è una terapia non priva di effetti collaterali e scomoda perchè sono somministrazioni sottocutanee giornaliere. Bisogna mettere sulla bilancia costi e benefici.

E' vero comunque che nell'attacco acuto di ogni tipo di sclerosi multipla si utilizza cortisone ad alte dosi generalmente per 5 giorni.

Cordialità

Risposta a cura di:
Dr. Michela Manfredi
Dr. Michela Manfredi
Neurologo Verona
(1)
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Vedi tutte le risposte