La Quetiapina può peggiorare una situazione di depressione?

"Gentilissimo dottore, sono una donna di 58 anni, vivo sola (i miei 2 figli sono all'estero) e con la mia pensione di invalidità (289€ al mese) non posso permettermi un terapista e tanto meno il csm di competenza dal quale sono sganciata dal novembre scorso, dopo terapie di ogni genere e continui cambi e prove di terapie. Nel febbraio scorso, mia figlia mi venne a prendere e mi fece ricoverare un mese in una struttura psichiatrica all'estero dalla quale venni dimessa con Resilient 83 mg e Quetiapina 300 mg (sindrome bipolare e depressione maggiore). Ritornata a casa ora da circa un mese, non riesco ad uscire (attacchi di panico) e la mattina mi sveglio completamente demotivata, senza nessuna voglia di curare la mia persona, vuota e senza nessuna voglia di vivere. Mi alzo per rifiondarmi sul divano (con tutti i sensi di colpa e di inutilità conseguenti) più stanca di prima. Sono di nuovo disperata e sono completamente sola con tutti i miei "pensieri". Può essere la somministrazione serale della Quetiapina la causa di tutto questo? Spostando l'orario di somministrazione può cambiare qualcosa? Ringrazio per qualsiasi aiuto lei possa darmi, di cuore."

Salve,
ti consiglierei di tentare un nuovo contatto con il CSM e di farti seguire costantemente da uno specialista che ti possa contattare direttamente.

La terapia va monitorata e discussa frequentemente con chi ci può vedere e parlare con noi.

Puoi provare ad assumere Quetiapina in orari diversi, ma comunque le cure farmacologiche vanno sempre associate ad interventi psicologici e psicosociali di sostegno.

Ti consiglio caldamente di metterti in contatto anche con un gruppo di auto-aiuto locale.

Vedrai che ne troverai grande vantaggio.

Auguri e cordiali saluti

Risposta a cura di:
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Sorry buddy Non ci sono contenuti per questa categoria.

Apri la chat oppure invia un'email a info@pazienti.it per chiederci aiuto.