Che dieta seguire in caso di colon irritabile?

"Buongiorno dottore, sono ormai anni che le mie feci, al mattino, appaiono molli e non formate. Evacuo 2, massimo 3 volte al giorno e, a volte, quando scappa, devo correre subito in bagno. Quando sono fuori riesco invece a trattenermi tranquillamente. Sono un soggetto molto ansioso, sono andato dal dottore e mi ha detto che potrebbe essere colon irritabile, prescrivendomi un farmaco che non posso prendere perché interagisce con un neurolettico. C'è qualcosa che posso fare? Posso stare tranquillo? Secondo lei la diagnosi è corretta?"

Buongiorno,

essendo biologa nutrizionista non posso fare nessuna diagnosi, ma quello che ti posso suggerire attinge al solo campo nutrizionale.

Sicuramente, l'ansia influisce sul tuo intestino che, come ben sai, viene considerato il nostro secondo cervello ed è l'organo dove viene prodotta la maggior parte della serotonina; quindi "sistemare" il macrobiota intestinale potrà avere effetti positivi anche sull'umore.

Mi auguro che il tuo medico ti abbia prescritto dei validi probiotici e prebiotici per sistemare la flora batterica responsabile dei disturbi intestinali.

Per quel che riguarda l'alimentazione, ciò che mi sento di consigliarti è di stare attento a non eccedere con le fibre, pur se le stesse hanno un effetto benefico sulla parete intestinale e di limitare al massimo i cibi lievitati, fermentati e gli zuccheri, compresi quelli della frutta.

Per ogni chiarimento, contattami.

Cordiali saluti 

Hai trovato questa risposta utile:

Ho ancora dubbi

*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer

Risposte simili