Dopo un intervento per calcoli alla colecisti, c'è la possibilità di una recidiva?

"Ho 82 anni, sono stato operato di colecisti con laparoscopia un mese e mezzo fa, esiste ancora la possibilità di avere calcoli? Dopo un mese, ho smesso di prendere le dosi di acido ursodesossicolico Deursil, ho fatto bene? Vedo sempre molto giallo il liquido biliare nelle feci, è una cosa normale? Grazie."

L'intervento di colecistectomia ha lo scopo di rimuovere completamente la cistifellea contenente i calcoli, responsabili dei disturbi digestivi e dei possibili dolori di tipo colico spesso associati. Pertanto, se i calcoli sono localizzati solo nella cistifellea, l'intervento risulta essere radicale, ma a volte accade che una piccola parte di calcoli, spesso quelli di dimensioni più piccole, possa migrare dalla cistifellea nel coledoco, il dotto che collega le vie biliari del fegato al duodeno, dove viene riversata la bile. Questo può avvenire inavvertitamente già prima dell'intervento o anche durante l'intervento per la necessaria manipolazione chirurgica.

Se dei calcoli ostruiscono la via biliare principale, si manifesterà l'ittero, ovvero l'aumento del pigmento biliare nel sangue, che porta un colorito giallo in tutti i tessuti corporei e nelle urine, ma non nelle feci che invece risultano piu chiare. Per questa condizione, è necessario il ricovero per un approfondimento diagnostico ed il trattamento di questa ostruzione con procedure endoscopiche o chirurgiche.

Hai trovato questa risposta utile:

Ho ancora dubbi

*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer

Risposte simili