Dove curare a Frosinone una donna affetta da broncopolmonite?

"Mia madre versa in condizioni generali di osteoporosi, ipertensione arteriosa, ernia iatale, ipercolesterolemia, stenosi carotidea del 40% bilaterale, gozzo multi nodulare con ipotiroidismo subclinico. Ricoverata, hanno accettato biopsia ossea quota blastica cd34+ meno del 5% poi ricerca clone epn presenza (pnh3) di dimensioni 0.2-1.3%. Hanno tentato di curarla di broncopolmonite riscontrata in ospedale, dopo 80 giorni l'anno dimessa indicandomi che posso curarla a casa e le trasfusioni farle in day hospital. Chiedo pareri per come e dove curarla trovandosi a Frosinone. Esiste una possibilità? Grazie."

La paziente descritta rappresenta senz'altro una situazione complessa e meritevole di un approccio multidisciplinare.

Ovviamente, la biopsia ossea descritta (quota blastica cd34+ meno del 5% poi ricerca clone epn presenza (pnh3) di dimensioni 0.2-1.3%), è esaustiva di una patologia meritevole di controlli periodici ematologici, che si potrebbero fare nell'U. O. di Ematologia del P. O. Spaziani di Frosinone.

Se comunque la polmonite è in remissione e la paziente necessita solamente di emotrasfusioni, si potrebbe inserire nei programmi ADI (Assistenza domiciliare integrata), per esaudire le specifiche esigenze della paziente, da attivare attraverso la richiesta del medico di famiglia.

Un controllo rx comparato con la precedente radiografia del torace ed un controllo degli indici flogidtici aspecifici (emocromo, ves, pcr, fibrinogeno, elettroforesi sieroproteica) sarebbe utile.

Un cordiale saluto

Risposta a cura di:
Dr. Vittorio Maria Viviano
Dr. Vittorio Maria Viviano
Pneumologo Palermo
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Sorry buddy Non ci sono contenuti per questa categoria.

Apri la chat oppure invia un'email a info@pazienti.it per chiederci aiuto.

Risposte simili