Quali sono le cause della bartolinite?

"Da qualche giorno, avverto i sintomi di una bartolinite (gonfiore ghiandola di Bartolini sinistra, sensazione di congestione/compressione al basso ventre); ho preso un'impegnativa per il tampone vaginale e un appuntamento dalla ginecologa tra qualche giorno. Nel frattempo, ho preso in farmacia Meclon crema per una cura di 6 giorni. Avendo avuto un rapporto sessuale senza preservativo l'11 di agosto, è possibile aver contratto in quell'occasione un'infezione batterica (es. Gonorrea, clamidia) che si stia manifestando in questa maniera solo ora? Tre settimane dopo, ho effettuato analisi del sangue che non evidenziavano anomalie nella formula leucocitaria, quindi ho dedotto che in quel momento non ci fossero infiammazioni o infezioni in fase acuta. Rimane comunque la preoccupazione. Vi ringrazio sin da ora per l'attenzione."

Stai tranquilla per il rapporto: la bartolinite non dipende certo da quello. Sarebbe bene che tu ti facessi vedere in un ambiente ospedaliero prima che la cisti della ghiandola del Bartolino (che è dovuta alla chiusura del dotto che dalla ghiandola va alla vulva e succede soprattutto a sinistra) diventi ascesso: nel caso sia ancora una semplice cisti, è possibile toglierla ed il problema è risolto definitivamente.

Nel caso vi fosse l'ascesso (che comporta dolore notevole), ci si limita all'incisione (che non risolve in modo definitivo il problema) o alla "marsupializzazione", che può comunque risolvere il problema, anche se con una convalescenza e "riposo sessuale" più lungo.

Cordialità

Risposta a cura di:
Dr. Gianfranco Blaas
Dr. Gianfranco Blaas
Ginecologo Verona
(3)
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Vedi tutte le risposte