Cosa fare a seguito di una risonanza magnetica della colonna vertebrale?

"Ho ritirato il referto di una risonanza magnetica eseguita a causa di forti dolori alla colonna vertebrale, e questo è il risultato: "Si evidenziano alterazioni artrosiche intersomatiche di medio grado con sviluppo di reazioni osteofitarie somato marginali, in assenza di focali modificazioni strutturali e di segnale con significativo patologico evolutivo dei metameri vertebrali visualizzati. Si nota piccolo angioma del corpo in L2. Nei limiti l'ampiezza dello speco vertebrale. Tutti i dischi intersomatici lombari compresi nel tratto L3-S1 risultano disidratati, degenerati e variamente ridotti in spessore. In L4/L5 lieve protusione discale ad ampio raggio che impronta appena il profilo anteriore del sacco durale. In L5/S1 si apprezza una protusione discale ad ampio raggio in cui si inscrive una limitata focalità intraforaminale dx che riduce parzialmente il calibro del canale di coniugazione". Cosa devo fare?"

E' opportuno che tu ti faccia seguire da un fisioterapista per un programma di rieducazione motoria della colonna vertebrale, comprensivo di esercizi, allungamento, rinforzo e terapie fisiche e manuali antidolorifiche. Egli saprà anche consigliarti l'attività fisica più adatta; da parte mia ti consiglio il nuoto a dorso. Cordialmente

Hai trovato questa risposta utile:

Ho ancora dubbi

*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti. Leggi il disclaimer

Risposte simili