Risonanza magnetica a segmento

Contenuto di:

La risonanza magnetica a segmento è una tecnica di imaging biomedico che consiste nell'uso dell'imaging a risonanza magnetica per valutare la funzionalità di un organo o un apparato, in maniera complementare all'imaging morfologico.

Cos'è la risonanza magnetica a segmento?

Missing | Pazienti.it

La risonanza magnetica a segmento è una tecnica di imaging biomedico che consiste nell'uso dell'imaging a risonanza magnetica per valutare la funzionalità di un organo o un apparato, in maniera complementare all'imaging morfologico.Le informazioni date dalle immagini di risonanza magnetica sono essenzialmente di natura diversa rispetto a quelle degli altri metodi di imaging, infatti è possibile la discriminazione tra tessuti sulla base della loro composizione biochimica, inoltre si hanno immagini delle sezioni corporee su tre piani diversi (assiale, coronale, sagittale), il che però non le conferisce la tridimensionalità.

Come si svolge la risonanza magnetica a segmento?

La risonanza magnetica a segmento prevede che il paziente si sottoponga ad un forte campo magnetico statico. L'intensità del campo magnetico può variare dai decimi di tesla, per piccole macchine dedicate allo studio delle articolazioni, a 3 tesla per le macchine attualmente in commercio per scopi diagnostici. Alcune macchine per la risonanza magnetica funzionale attualmente in commercio raggiungono campi di 7 T, mentre nell'ambito sperimentale sono in sviluppo dispositivi da 8 e 9 T.

A cosa serve la risonanza magnetica a segmento?

La risonanza magnetica a segmento è funzionale all'individuazione di alcune patologie come:

  • Alzheimer: grazie al tensore di diffusione dell'acqua nella sostanza bianca si sta studiando la precoce diminuzione del fascio I FO in questa patologia.
  • Sclerosi multipla
  • Processi espansivi (tumore)
  • Ictus (nel processo finale durante l'edema cerebrale risultante. Lo stravaso di sangue dell'ictus emorragico si vede meglio nella TC)
  • indagine di problemi osteo-articolari.

Argomenti: tumore ictus sclerosi multipla Alzheimer risonanza magnetica a segmento
Trapianto_cellule_staminali | Pazienti.it
Trapianto cellule staminali

Si tratta di una procedura volta a rimpiazzare cellule progenitrici emopoietiche danneggiate od alterate.

Tumore | Pazienti.it
Tumore

La parola tumore identifica condizioni in cui le cellule del corpo cominciano a riprodursi in modo incontrollabile. Queste possono invadere e distruggere tessuti sani.

Pillole | Pazienti.it
Chemioterapia

La chemioterapia è un trattamento impiegato nella cura del tumore e consente di distruggere le cellule malate, arrestandone la riproduzione. La chemioterapia può essere effettuata per iniezione endovenosa, per bocca,...

Missing | Pazienti.it
Cellule Natural Killer

Le cellule Natural Killer, note anche come linfociti NK o cellule killer, sono linfociti del sistema immunitario innato.

Sindrome_di_von_hippel-lindau | Pazienti.it
Sindrome di Von Hippel-Lindau

E’ una malattia ereditaria, caratterizzata dalla formazione di tumori e cisti, in diverse parti del corpo. I tumori possono essere sia cancerosi, che non cancerosi e compaiono, più frequentemente, in...

Emangiopericitoma | Pazienti.it
Emangiopericitoma

L’emangiopericitoma è un tumore molto raro che colpisce i periciti, le cellule che si trovano sulle pareti esterne dei piccoli vasi sanguigni. La maggior parte dei casi si...

Missing | Pazienti.it
Tumori carcinoidi

I tumori carcinoidi sono tumori rari a crescita lenta, che in genere iniziano nel rivestimento del tubo digerente o nei polmoni.

Adenocarcinoma | Pazienti.it
Adenocarcinoma

Con il nome adenocarcinoma si fa riferimento ad un cancro, che si origina dal tessuto ghiandolare.

Linfonodi | Pazienti.it
Linfonodi e tumori

I linfonodi sono formazioni localizzate in prossimità dei vasi linfatici, producono linfociti e filtrano le particelle estranee all’organismo, fungendo da difesa. Durante gli stati infiammatori i linfonodi si ingrossano.

Esame_citologico | Pazienti.it
Esame citologico

Questo test esamina un campione di di un qualunque liquido biologico per vedere se contengono cellule anormali.