Contrattura

Contenuto di:

La contrattura è un meccanismo difensivo, di autodifesa del muscolo in diverse circostanze, che sono le diverse cause e concause che possono provocare la contrattura stessa, per esempio uno strappo muscolare o una cervicalgia.

Cos'è la contrattura?

Contrattura | Pazienti.it

La contrattura è il risultato della rigidità o della costrizione nei tessuti connettivi del corpo. Ciò può verificarsi nei muscoli, nei tendini, nei legamenti e nella pelle. È anche possibile sperimentare una contrattura nelle capsule articolari, che è il tessuto connettivo fibroso che stabilizza le ossa congiunte e adiacenti al livello più profondo e più interno.

La contrattura limita il movimento normale. Si sviluppa quando i tessuti connettivi, di solito flessibili, diventano meno flessibili. Ciò significa che la gamma di movimento sarà limitata. Si potrebbe avere difficoltà:

  • muovendo le mani
  • allungando le gambe
  • estendendo un'altra parte del corpo

Di solito, una contrattura non è distribuita ugualmente in tutti i muscoli degli arti superiori e nei muscoli estensori agli arti inferiori. Inoltre, è sempre più marcata nei segmenti distali che nei prossimali.

Tentando di restituire passivamente all'arto un'attitudine normale (ad esempio, estendendo un braccio), si incontra una forte resistenza; poi, una volta cessato lo sforzo, l'arto tende a riprendere l'attitudine di partenza (questo consente una diagnosi differenziale con la rigidità extrapiramidale, dove si ha pure un'aumentata resistenza alla mobilizzazzione passiva, ma dove, una volta eseguito il movimento, l'arto resta nella nuova posizione, senza ritornare a quella di partenza).

A uno stato di contrattura, si accompagnano, nei distretti interessati, un deficit motorio più o meno grave con accentuazione dei riflessi osteo-tendinei, abolizione dei riflessi cutanei e segno di Babinski.

In che zona del corpo sono più diffuse le contratture?

Le contratture possono verificarsi in diverse parti del corpo, come ad esempio:

  • muscoli: una contrattura muscolare comporta l'accorciamento dei muscoli;
  • giunti: se c'è una contrattura nella capsula articolare in cui due o più ossa si collegano, si sperimenterà una gamma limitata di movimento in quella zona del corpo;
  • pelle: la pelle può contrarsi nella zona in cui è stata danneggiata da una bruciatura o da un intervento chirurgico passato. Ciò limiterà la capacità di muovere quella parte del corpo. 

Di significato fisio-patogenetico diverso, sono invece le contratture dovute a fatti infiammatori dei nervi periferici: si parla allora di contratture neuritiche riflesse.

Esistono ancora le contratture antalgiche che si instaurano in determinati gruppi muscolari per evitare un movimento che potrebbe essere fonte di dolore (è quanto si osserva in alcuni casi di artrite o di artrosi) e le contratture paralitiche in muscoli antagonisti di gruppi muscolari ormai paralizzati da lungo tempo.

Quali sono i sintomi di una contrattura?

Il principale sintomo della contrattura è la capacità ridotta di muovere un'area del corpo. Potrebbe essere presente anche un dolore, a seconda della posizione e della causa del problema.

Quali sono le cause di una contrattura?

Le cause più comuni di una contrattura sono l'inattività e le cicatrici derivanti da un infortunio o da un’ustione. Le persone che hanno altre condizioni che impediscono loro di muoversi sono ad alto rischio per la contrattura, questo perché i muscoli e le articolazioni che non si muovono attraverso la loro normale gamma di moto sono candidati primari per la contrattura.

Ad esempio, contratture comuni sono comuni nei pazienti che arrivano dai centri di terapia intensiva o dopo lunghi soggiorni ospedalieri. Altre cause includono le malattie ereditate o che si sviluppano nella prima infanzia, come ad esempio:

Quando è il caso di rivolgersi al medico?

Chiamare un medico se la capacità di muovere la parte interessata del corpo è improvvisamente limitata.

Il medico cercherà il trattamento per malattie croniche e le condizioni sottostanti come l'artrite reumatoide e potrà aiutare a diminuire o prevenire i sintomi.

Il medico farà un esame fisico e chiederà:

  • qual è l’area specifica della contrattura
  • l'intensità dei sintomi
  • quale gamma di movimenti è ancora attiva
  • da quanto tempo il movimento di quell'area è limitato

Il medico può ordinare raggi X o altri test per diagnosticare la condizione.

Come viene trattata una contrattura?

La fisioterapia è uno dei trattamenti più comuni per le contratture. Aiuta ad aumentare la gamma di movimenti e a rafforzare i muscoli. Le sessioni di fisioterapia richiedono una frequenza regolare per ottenere i migliori risultati. Il terapista può mostrare gli esercizi da fare a casa. 

Potrebbe essere necessario indossare una stecca per aiutare a stendere i tessuti in prossimità dell'area problematica. 

Il medico può prescrivere dei farmaci per ridurre l'infiammazione e il dolore. Nei pazienti con paralisi cerebrali, la tossina botulinica (Botox) viene talvolta iniettata nei muscoli per ridurre la tensione e ridurre al minimo gli spasmi.

Può essere necessario un intervento chirurgico per allungare i muscoli o riparare i legamenti, i tendini o le ossa danneggiate in un incidente. 

Quali sono le conseguenze del ritardo del trattamento?

Il ritardo o il rifiuto del trattamento può rendere difficile o impossibile riconquistare la gamma di movimento. I muscoli rigidi, le articolazioni e la pelle possono interferire con l'esecuzione di attività quotidiane a casa e al lavoro.

Le persone con malattie quali la paralisi cerebrale, la distrofia muscolare e la sclerosi multipla dovrebbero venire sottoposte a una cura medica continua per ottenere i migliori risultati.

Come si può prevenire la contrattura?

Per prevenire la contrattura si deve:

  • eseguire sempre un adeguato riscaldamento
  • assicurarsi di essere nelle condizioni fisiche idonee per sostenere lo sforzo eccessivo
  • coprirsi adeguatamente nei mesi invernali
  • concedersi i giusti tempi di recupero e di rigenerazione
  • cercare di correggere eventuali squilibri muscolari e/o articolari
  • utilizzare delle pomate specifiche durante la fase di riscaldamento

Argomenti: elettroterapia ionoforesi Contrattura prestiramento del muscolo