Prugne secche? Una ottima fonte di potassio!

Prugne secche? Una ottima fonte di potassio!

Quante volte si è sentito dire, ricordando i rimedi della nonna, di mangiare le prugne secche perché fanno bene 👵?

Beh anche in questo caso le nonne avevano già capito quali alimenti possono aiutarci a vivere meglio e a restare in forma. Le prugne secche, infatti, sono un’incredibile fonte di potassio!

I benefici delle prugne secche 🔎

Dal gusto molto saporito e dolce, questo frutto ha degli incredibili benefici. Soprattutto in questi mesi estivi, con le temperature elevate, sudiamo parecchio e così perdiamo moltissimi sali minerali. Tramite il sudare, infatti, noi non rischiamo solo di incorrere nella disidratazione, ma perdiamo anche molti minerali e uno dei più importanti è il potassio.

Questo minerale è fondamentale per il regolare funzionamento dei muscoli, per il controllo della pressione sanguigna e per regolarizzare il sistema nervoso, evitando alterazioni. Quante volte vi è capitato, al termine di una giornata in cui avete faticato tanto, di avere crampi notturni o sentire le gambe stanche, pesanti o gonfie?

Questo è dovuto proprio al fattore della sudorazione e alla perdita del minerale. Ovviamente, le strategie per integrare quello che perdiamo sudando sono molteplici, anche se quelle che vanno per la maggiore sono gli energy drink e gli integratori o vitamine.

Ci dimentichiamo, però, spesso che molto di quello che ci serve lo possiamo trovare nell’alimentazione. Infatti, assumendo frutta e verdura possiamo ristabilizzare tutte le proprietà e i minerali necessari per affrontare i mesi estivi.

Ma quali cibi scegliere? Come avrete capito, un’ottima fonte di potassio è rappresentata dalle prugne secche. 100 grammi di prugne (ovvero 8-12) equivalgono a 732 mg di potassio, laddove il nostro fabbisogno giornaliero di potassio è 2-5 grammi.

La cosa davvero comoda delle prugne è che sono pratiche da portare con sé, a prescindere che si vada al mare, a fare shopping o al lavoro. È quindi un alimento che possiamo sempre avere a portata di mano.

Scegliere le prugne come spuntino estivo 😋 ci permette di avvicinarci all’obiettivo di consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, ovvero la quantità che ci raccomandano gli esperti.

3 prugne secche, infatti, rappresentano una porzione di frutta, quindi 12 prugne equivalgono a 4 porzioni di frutta e verdura giornaliere. Oltre a essere un ottima fonte di potassio sono anche un alimento ricco di fibre e assumendo la dose consigliata di prugne si riuscirebbe a superare anche la dose giornaliera consigliata di fibre. I medici assicurano che, qualora si assumano 100 grammi al giorno di prugne, si contribuirebbe al mantenimento delle normali funzioni intestinali.

Ma come possiamo fare per introdurle nella nostra dieta quotidiana 😏?

Allora, ci sono moltissime ricette che prevedono l’impiego delle prugne. Una di queste è una ricetta per una salsa molto buona da gustare insieme al pane o da utilizzare per condire la pasta o il riso integrale.

Questo pesto, molto saporito, proprio perché fatto con le prugne, è ricco di fibre e nutrienti, apportando minerali fibre e antiossidanti nella nostra tavola. La preparazione è semplice e proprio per le sue qualità ecco a voi la ricetta ↘

Ricetta pesto di basilico e prugne

Ingredienti per 4 persone:

  • 50 g di foglie di basilico
  • 8 prugne della California
  • 6 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiai di pecorino grattugiato
  • 15 g di pinoli
  • 100 ml di olio extra vergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale grosso
  • 4 fette di pane toscano

Preparazione: 

  1. Tagliare molto finemente le prugne della California.
  2. Mettere in un piccolo robot da cucina le foglie e iniziare a tritarle, poi aggiungere i pinoli, il sale grosso e i due formaggi.
  3. Continuare a lavorare con il robot e per ultimo aggiungere le prugne. Azionare, quindi, la velocità minima e poi incorporare a filo l’olio fino a ottenere una salsa omogenea.
  4. Mettere in frigo almeno per 15 minuti prima dell’utilizzo.
  5. Nel frattempo, scaldare fette di pane e tagliarle in 4 pezzi.

Ecco a voi: buon appetito!

comments powered by Disqus