Perché il naso cola quando si è ammalati?

Perché il naso cola quando si è ammalati?

Perché il sistema immunitario sta lavorando bene.

In questo periodo dell’anno, possiamo essere circondati ovunque da persone che soffrono di raffreddore. Medicine decongestionanti, fazzoletti di carta e naso si presentano in ogni dove.

Ma perché il naso per prima cosa cola?

La risposta sta nel modo in cui il naso combatte la malattia. “Il naso è un organo complesso, riscalda e modifica l’aria che entra nel nostro corpo, agisce come un portone d’ingresso e di uscita nei confronti dell’ambiente esterno”, dichiara Stella Lee, professoressa di otorinolaringoiatria presso l’Università di Pittsburgh Medical Center.

Ciò significa che è un importante campo di battaglia per il sistema immunitario, in quanto mira a proteggere il corpo dall’invasione della malattia”.

Anche quando non si è ammalati, il naso presenta comunque del muco. Intrappola i batteri e i virus che causano malattie che potrebbero causare infezioni se raggiungono i tessuti del corpo più vulnerabili. Uno strato di ciglia, quelle strutture simili ai peli che coprono l’interno del naso, muove il muco dalla parte anteriore dei passaggi nasali verso la parte posteriore e giù per la gola.

Ci si ammala perché gli agenti patogeni sono riusciti a oltrepassare il rivestimento di muco. Per proteggere il nostro corpo, il sistema immunitario entra in azione. Le piccole proteine chiamate citochine distribuiscono le cellule T e le cellule B per cercare e distruggere gli agenti patogeni.

Gli stessi messaggeri proteici istruiscono le cellule nel naso per generare più muco per cancellare il rivestimento delle cellule di altri batteri potenzialmente nocivi. Come aumenta la produzione di muco, il rivestimento nasale si gonfia e la cavità nasale si riempie di liquido in eccesso.

Questo può gocciolare dal naso stesso, una condizione medica conosciuta come rinorrea, chiamata anche “naso che cola”. Una volta che il corpo elimina gli agenti patogeni, il sistema immunitario diminuirà i suoi segnali di difesa e i rivestimenti nasali torneranno al loro livello abituale.

In generale”, dice Lee, “il sistema immunitario che agisce nel naso è molto abile ad identificare le cellule che l’organismo utilizza per creare i tessuti e i fluidi, a partire dalle cellule estranee che devono venir attaccate”.

A volte, tuttavia, tale sistema non è in grado di sapere quando interrompere la sua risposta difensiva, o di identificare quali cellule vadano attaccate. Risposte immunitarie eccessive possono causare condizioni come allergie o asma: il corpo lancia un attacco su larga scala a qualcosa che non sarebbe davvero pericoloso, il che provoca danni ai tessuti del corpo.

Fate attenzione al il vostro naso

Anche quando il corpo ha abbattuto i suoi invasori, il muco che trasporta i batteri è altamente contagioso. In altre parole, può ancora trasmettere malattie ad altre persone.

Saprete già che lavarsi spesso le mani è un ottimo modo per evitare di ammalarsi, ma la dottoressa Lee è enfatica su questo argomento: toccarsi il naso, la bocca o gli occhi senza lavarsi le mani può significare che i batteri che causano malattie e virus riescano ad infettare più facilmente. “Come medico, vedo pazienti malati per tutto il giorno, ma mi lavo le mani costantemente, in modo non ammalarmi“, dice Lee.

Se vi ammalate, ed è imprescindibile per molti di noi, Lee consiglia: “È importante stare attenti con il naso. Soffiare il naso troppo forte può danneggiare le ciglia delicate. Si rischia anche di spingere i patogeni più in profondità nella cavità nasale, dove possono infettare ulteriormente il corpo”.

Lee suggerisce di trattare un naso chiuso o che cola, inumidendo il rivestimento nasale con una soluzione salina (attraverso spray nasali o strumenti di irrigazione). Ciò contribuirà a sciogliere il muco e a riportarlo alla normalità più rapidamente. È inoltre possibile utilizzare un farmaco decongestionante nasale, ma non stupitevi se il medico non prescriverà antibiotici, la maggior parte dei raffreddori è causata da una qualche forma di virus, della quale il corpo può sbarazzarsi in non meno di due settimane.

Se i sintomi peggiorano dopo questo periodo, allora forse un’infezione batterica ha preso piede, nel qual caso si dovrà passare ad una cura antibiotica.

Tutto sommato, anche se un naso che cola può essere fastidioso, è un buon segno. Significa che il sistema immunitario sta facendo il suo lavoro.

comments powered by Disqus