Attenzione alla manicure in gel: i rischi potrebbero essere troppo alti

Attenzione alla manicure in gel: i rischi potrebbero essere troppo alti

Certo, avere delle mani belle e perfettamente curate è un buon biglietto da visita per qualsiasi donna o uomo che sia. Sappiamo anche che un tipo di manicure molto alla moda – e che permette di avere unghie sempre perfette! – è quella che usa smalti gel, che si asciugano e polimerizzano utilizzando delle lampade speciali.

I risultati che si ottengono sono stupefacenti, è vero. Ma a quale costo? È stato infatti lanciato un allarme sulle lampade UV utilizzate per polimerizzare lo smalto, che potrebbero provocare il cancro alla pelle. Ahia, fate attenzione.

Lampade UV e cancro alla pelle: cosa dicono gli studi

Il legame tra l’utilizzo delle lampade UV ed il rischio di cancro alla pelle è connesso alle lunghezze d’onda delle prime, che penetrano in profondità nella cute.

Questi apparecchi, infatti, utilizzano i raggi UVB. Sia i raggi UVB che gli UVA possono essere imputati come causa di melanoma, ma i primi sono sicuramente i più pericolosi. Per capirci, gli UVA sono utilizzati comunemente durante le sedute abbronzanti su lettino, mentre gli UVB sono usati duranti i trattamenti di manicure.

Una conferma circa gli effetti negativi delle lampade UVB viene dalla storia di una concorrente a Miss USA, che ha rivelato come, all’età di 18 anni, le sia stato diagnosticato un melanoma all’unghia e di come le sia stato imposto di non sottoporsi più a sedute di manicure che prevedono l’uso delle lampade.

Uno studio pubblicato su JAMA Dermatology, risalente al 2014, ha però misurato il livello di raggi UV prodotto dalle lampade per unghie ed è arrivato alla conclusione che queste emissioni sono talmente tanto basse che anche il rischio di cancro alla pelle è pressoché vicino allo zero. Si potrebbe allora pensare che, forse, valga la pena di provare una bella manicure in gel, una volta ogni tanto.

Attenzione, però. Vi è un altro studio che mette invece in evidenza che in soli 10 minuti di seduta, sulle mani della persona arriva il corrispettivo di quella che dovrebbe essere la dose massima consentita di raggi UVB dell’intera giornata.

Che dire? Di certo che sono in corso ulteriori ricerche per capire se davvero i fornetti per unghie siano poi così pericolosi.

Come proteggere le mani dai danni dei raggi UV (quando si fa la manicure in gel e non solo)

Mentre si attendono i risultati, i ricercatori consigliano di cercare di tutelare al massimo la salute della pelle delle proprie mani. Indossate, ad esempio, durante le sedute di manicure dei guanti con la punta tagliata o, in alternativa, proteggete sempre le mani con una protezione solare.

Per quanto riguarda la prima soluzione ci sono però dei piccoli suggerimenti da seguire. Infatti, i guanti di colore bianco hanno un fattore di protezione molto basso. Insomma, preferite quelli più scuri, se possibile! Se invece si sceglie di proteggersi con una lozione solare, allora dovrete dire addio a quella parte tanto rilassante della manicure, che prevede massaggi, l’uso di scrub e saponi esfolianti. Ma non preoccupatevi. Ci saranno altri momenti per le tanto meritate coccole.

Del resto, anche se ancora non ci sono certezze che vi sia un legame tra raggi UVB emessi dai fornetti per unghie e il cancro alla pelle, è invece sicuro (anzi, sicurissimo!) che l’esposizione a questi raggi sia una tra le cause principali dell’invecchiamento precoce della pelle stessa.

Come prendersi cura (al meglio) delle proprie unghie

Studi hanno evidenziato come i gel utilizzati per le manicure siano molto difficile da rimuovere e il loro utilizzo sia la causa di danni alla lamina ungueale.

Per ridurli al minimo si può optare, per quanto riguarda la loro rimozione, per un trattamento professionale, che riduca al minimo la limatura della parte superficiale dell’unghia.

Altro consiglio utile è quello di non tagliare le cuticole durante la manicure, perché questo potrebbe portare all’insorgere di infezioni batteriche anche piuttosto serie.

Se ci si sottopone spesso a manicure, cercate di far passare un po’ di tempo tra una seduta e l’altra. Queste pause, che devono essere frequenti, permetteranno all’unghia di respirare e tornare in breve tempo in massima forma. Inoltre, ricordate sempre che, se dovessero essere presenti delle anomalie sulla superficie delle unghie, potrebbero essere visibili solo quando non è presente lo smalto.

Le mani sono il nostro biglietto da visita ed averle sempre curate significa anche tutelare la loro pelle da ogni pericolo. Compreso quello di un invecchiamento precoce o addirittura di un melanoma.

comments powered by Disqus