Mal di montagna: tutto quello che c’è da sapere

Pubblicato il 25/02/2013

Molte persone soffrono di mal di montagna. Questa condizione si verifica quando a causa del cambiamento di altitudine, non si ottiene abbastanza ossigeno.

I sintomi principali che si accusano sono la perdita di appetito, forte mal di testa e difficoltà a dormire.

Il mal di montagna si verifica quando non si è abituati a questi cambiamenti e quando si sale rapidamente dal livello del mare a più di 2.500 metri s.l.m.  . Il mal di montagna lo si può accusare anche quando si vola oltre che quando si va in montagna.

Il mal di montagna è causato dalla pressione parziale dell’aria, che diminuisce ad altitudini più elevate, ciò comporta una ricezione minore di ossigeno nel corpo. Più si sale e più i sintomi peggiorano.

Ecco alcuni semplici consigli che possono essere seguiti per poter alleviare tali sintomi.

Coloro i quali hanno sintomi molto lievi, dopo pochissimo tempo tendono ad acclimatarsi, riposando molto e scalando con molta prudenza.

Se il mal di montagna è severo, si può ricorrere ad una una sacca di Gamow, che funzionando come una sorta di camera iperbarica portatile simula l’atmosfera di un’altitudine inferiore, e può portare molto sollievo al malato.

Per prevenire il mal di montagna è consigliabile bere tanta acqua e stare alla larga dall’alcool. Affidarsi a professionisti come le guide e seguire le regole base del buon senso nel vivere la montagna è fortemente consigliato a chi si avvicina per la prima volta a queste affascinanti escursioni.

Vuoi approfondire l'argomento con uno specialista?

Scrivi al medico Parla con un medico

Commenta questo articolo:

comments powered by Disqus