I piedi bruciano ma non so il perché

Pubblicato il 02/11/2017
I piedi bruciano ma non so il perché | Pazienti.it

Avete mai provato la sensazione di bruciore ai piedi o, eventualmente, di prurito ai piedi? Questa fastidiosa condizione può insorgere per diversi motivi, i più comuni dei quali sono diabete e neuropatie.

Tuttavia, le cause del bruciore ai piedi possono essere anche meno gravi e collegate, ad esempio, ad una mancanza di vitamine o ad una infiammazione.

Ma come si allevia il bruciore ai piedi e quella fastidiosa sensazione di avere un piede caldo (oppure entrambi!)? Esistono diversi rimedi casalinghi in grado di attenuare e risolvere questo problema. Vediamo quali sono.

Quali sono le cause del bruciore ai piedi?

La neuropatia, ossia una lesione dei nervi, è la causa più comune del bruciore ai piedi o del prurito ai piedi. Le fibre nervose danneggiate sono più soggette a diventare iperattive o a dare problemi. Le lesioni nervose inviano infatti segnali di stati dolorosi al cervello persino in assenza di ferite.

Nella maggior parte delle persone affetta da neuropatia, sono proprio i nervi delle gambe a danneggiarsi per primi. Questi soggetti spesso provano una sensazione di formicolio e intorpidimento nei piedi. Altri, invece, lamentano un’eccessiva sensibilità ai piedi, condizione nota come iperestesia, e soffrono di vari gradi di bruciore ai piedi, che varia da lieve a disabilitante.

Diabete e abuso di alcol sono le più comuni cause di neuropatia alle gambe. Altri fattori di rischio che amplificano la sensazione di avere un piede caldo sono:

  • Malattia renale cronica, come l’uremia
  • Neuropatia delle piccole fibre
  • Mancanza di vitamine, come vitamina B12, acido folico e occasionalmente B6
  • Abuso di alcol
  • Ipotiroidismo
  • Malattia di Lyme
  • HIV e AIDS
  • Polineuropatia amiloide
  • Effetti avversi dei farmaci
  • Eritromelalgia
  • Avvelenamento da metalli pesanti
  • Vasculite
  • Sarcoidosi
  • Sindrome di Guillain-Barre
  • Polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica (CIDP)

Oltre alla neuropatia, anche infezioni e infiammazione possono causare una sensazione di bruciore ai piedi. La più diffusa tra queste è il piede dell’atleta, un’infezione micotica che interessa la cute.

L’arteriopatia periferica, nota come PAD, potrebbe essere una delle cause dei piedi che bruciano, perché la scarsa circolazione del sangue nei piedi spesso causa dolore, formicolio e bruciore, specialmente quando si è in movimento.

Settimane o mesi dopo la chirurgia da bypass gastrico, alcuni pazienti provano una sensazione di bruciore ai piedi. Lo scarso assorbimento delle vitamine del gruppo B dopo tale intervento può provocare una neuropatia nelle gambe e la sensazione si bruciore e piede caldo.

I rimedi per i piedi che bruciano

I trattamenti farmacologici che interessano il bruciore ai piedi mirano a limitare e a non aggravare le lesioni ai nervi, oltre a curare le patologie che hanno provocato tale sensazione.

Se la sensazione di bruciore ai piedi e prurito ai piedi non è dovuta a una lesione dei nervi, allora è possibile ricorrere ai rimedi casalinghi per alleviare questa fastidiosa sensazione.

Per esempio, il pediluvio con acqua fredda è considerato uno dei migliori rimedi, perché la bassa temperatura dell’acqua allevia il formicolio, l’intorpidimento e il gonfiore. È consigliabile tenere i piedi fuori dall’acqua e poi immergerli nuovamente per sfruttare al massimo l’azione calmante dell’acqua.

Per trattare il bruciore ai piedi, è possibile ricorrere all’aceto di mele, perché aiuta ad equilibrare il livello del pH della pelle. L’aceto di mele può essere utilizzato in due modi:

  1. via orale: mescolare insieme un paio di cucchiai di aceto di mele in un bicchiere d’acqua e berlo una volta al giorno;
  2. pediluvio: mischiare due cucchiai di aceto di mele con i sali in una bacinella d’acqua tiepida e immergere i piedi per circa 20 minuti due volte al giorno.

La curcuma contiene una grande quantità di un composto noto come curcumina, che migliora il flusso sanguigno e la circolazione nel corpo. Inoltre, la curcuma ha delle proprietà antinfiammatorie che aiutano a ridurre la sensazione di bruciore e dolore ai piedi. Per sfruttare le proprietà della curcuma:

  1. via orale: mescolare due cucchiaini di curcuma in un bicchiere di acqua tiepida e berlo due volte al giorno;
  2. via cutanea: preparare una crema con due cucchiai di curcuma e acqua e applicare sulla zona interessata una o due volte al giorno.

I pediluvi a base di sali di Epson aiutano a lenire il prurito ai piedi e alleviare la sensazione del “piede caldo”, grazie all’azione del solfato di magnesio, che riduce l’infiammazione e il dolore. Inoltre, migliorano le funzioni nervose. Per il pediluvio si consiglia di mescolare mezza tazza di sali di Epson in una bacinella con acqua tiepida e lasciare i piedi a bagno per circa un quarto d’ora due volte giorno. Si ricorda che questo rimedio è sconsigliato a chi soffre di diabete, pressione alta e cardiopatie.

Lo zenzero è un rimedio molto efficace per questo problema. I suoi componenti attivi implementano la circolazione sanguigna, alleviando il bruciore. È possibile utilizzare lo zenzero in due modi:

  1. per i massaggi: mischiare un cucchiaino di succo di zenzero con olio di cocco o olio di oliva caldo e massaggiare piedi e gambe per una decina di minuti una volta al giorno;
  2. via orale: bere due o tre tazze di tè allo zenzero quotidianamente.

Anche il timo è un rimedio erboristico molto utilizzato in questi casi. Infatti, favorisce la circolazione, è vaso dilatante e ha proprietà antibatteriche. Per fare il pediluvio con il timo è necessario ammollare una manciata di timo in due ciotole, riempire due vaschette, una di acqua tiepida e una di acqua fredda. Aggiungere poi una tazza di timo in ogni vaschetta. Immergete i piedi prima nella vaschetta di acqua calda per non più di cinque minuti e poi passare i piedi nell’acqua fredda. Ripetere l’operazione per una ventina di minuti.

Se il bruciore ai piedi è causato dalla mancanza di vitamina B è necessario prendere degli integratori o spostare l’alimentazione verso cibi ad alto contenuto di questo gruppo di vitamine, come:

  • Lievito di birra
  • Crusca di frumento
  • Latte
  • Yogurt
  • Verdure a foglia verde
  • Fagioli
  • Piselli
  • Noccioline
  • Tuorli d’uovo

Infine, massaggi ed esercizio fisico riducono il fastidio dei piedi che bruciano, ma si consiglia di prestare molta attenzione alle calzature, utilizzare solette anatomiche e non trascurare mai l’igiene personale.

I rimedi casalinghi possono aiutare ad alleviare il fastidio, ma si consiglia di farsi visitare da un medico per determinare le cause che sono alla base del bruciore ai piedi, per avere una cura più mirata.

Vuoi approfondire l'argomento con uno specialista?

Scrivi al medico Parla con un medico
Roberta Nazaro
Scritto da:
248 articoli pubblicati
Categoria: Senza categoria

Commenta questo articolo:

comments powered by Disqus