Lividi immotivati? Tutte le cause a cui fare attenzione

Lividi immotivati? Tutte le cause a cui fare attenzione

I lividi possono tormentarci per giorni per due motivi principali: perchè possono essere molto dolorosi o perchè non si ha la minima idea della causa che li abbia provocati.

Non è insolito notare improvvisamente lividi sulle gambe, sulle braccia o in qualsiasi altra zona del corpo senza sapere perchè si siano formati proprio in quel punto. Si inizia quindi a riavvolgere il nastro ai giorni precedenti cercando di ricordare eventuali traumi, urti responsabili dell’insorgenza dei lividi.

Ma facciamo un passo indietro. Un livido è una lesione cutanea piuttosto comune, ben riconoscibile per la sua colorazione che va dal rossastro al verde e viola.

Generalmente, si tratta della conseguenza di un trauma superficiale, che provoca la rottura dei capillari e la fuoriuscita di sangue che, accumulandosi sotto la pelle, causa la caratteristica colorazione. Non sempre, però, è così. Vediamo perché.

Cause di lividi spontanei: dall’invecchiamento al diabete

La comparsa di misteriosi lividi senza un apparente motivo, chiamati anche ecchimosi, può creare qualche perplessità.

Molte volte tendiamo infatti a dimenticare piccoli urti o traumi nel corso della giornata e quindi si è confusi alla vista dei lividi sul corpo.

In casi rari, tuttavia, la comparsa di lividi immotivati può essere il sintomo di qualcosa di più grave di una semplice dimenticanza.

Conoscere come si procurano i lividi e le cause di lividi spontanei può aiutare a prevenirne la formazione in futuro.

Dunque:

  • Invecchiamento – Le persone anziane tendono ad avere spesso lividi sulle mani e sulle gambe. La loro pelle diventa più sottile e i vasi sanguigni più fragili. Bastano davvero traumi di modesta entità per causare la formazione dei lividi. Inoltre, gli anziani hanno spesso problemi di deambulazione e hanno più probabilità di urtare oggetti e procurarsi lividi e altre lesioni cutanee.
  • Carenza di vitamine – Un’altra causa dei lividi è la carenza di vitamine. La vitamina C è essenziale per la sintesi del collagene e svolge una funzione protettiva nei confronti dell’epidermide e dei vasi sanguigni. Una sua carenza determina fragilità dei capillari sanguigni e la conseguente comparsa di lividi spontanei. La vitamina K ha un ruolo importante nel promuovere la formazione del coagulo e quindi riduce i rischi di lividi senza apparente motivo.
  • Effetti collaterali di alcuni farmaci – Alcuni antibiotici e anticoagulanti possono creare problemi nella coagulazione del sangue. Possono bastare traumi lievi per causare la formazione di lividi.
  • Malattia di Von Willebrand – Si tratta di una malattia ereditaria caratterizzata dalla formazione di lividi sul corpo e dall’eccessiva perdita di sangue in seguito a ferite o durante il ciclo mestruale. Non esiste una cura per questa malattia, ma è possibile trattarla efficacemente con diversi farmaci.
  • Trombocitopenia – Questa condizione si caratterizza per una riduzione significativa del numero di piastrine. Le piastrine sono responsabili della coagulazione del sangue e della riparazione dei vasi in seguito a ferite. Una carenza di piastrine può causare la comparsa di numerosi lividi sul corpo. Molto spesso la trombocitopenia si accompagna ad altre condizioni come una malattia autoimmune o la leucemia.
  • Diabete – Un aumento incontrollato dei livelli di glucosio nel sangue può avere conseguenze sui vasi sanguigni, che diventano più fragili e quindi possono rompersi anche in seguito a urti di modesta entità.
  • Attività fisica intensa – Allenarsi regolarmente non può che far bene alla propria salute. Tuttavia, esercizi fisici intensi come il sollevamento di pesi notevoli possono stressare i piccoli capillari sottocutanei, che quindi possono rompersi causando i lividi.

In generale, quindi la comparsa di lividi in assenza di urti significativi può essere una condizione comune e innocua. Se, oltre ai lividi, si notano sintomi più complessi che interessano diverse parti del corpo, allora è il momento di chiamare il proprio medico.

comments powered by Disqus