8 metodi per non ammalarsi mai!

8 metodi per non ammalarsi mai!

Chiunque conosce almeno una persona perennemente sana, che sembra essere immune a qualunque malattia, anche quando lo circondano starnuti, tosse, febbre e influenze. La cosa può dare piuttosto fastidio, ma come fanno queste persone a essere sempre sane? Ecco alcuni consigli su come fare per evitare di ammalarsi, dalle alcuni che effettivamente non hanno un’influenza da tempi immemori.

1) Assumere integratori di vitamina C

Nonostante le più recenti scoperte scientifiche abbiano ridimensionato l’efficacia sul sistema immunitario della vitamina C, Sam Jernigan, di Grass Valley, in California, ci conta ancora molto.

Il ragazzo ha affermato che ogni volta che comincia ad avvertire qualche sintomo influenzale assume gli integratori in pillole di vitamina C e il giorno dopo si sente decisamente meglio. Sam non si limita a questo. Fa la stessa cosa anche quando incontra qualcuno che è ammalato e in questo modo è da 15 anni che non prende un raffreddore.

2) Dormire tanto

Secondo gli esperti, fare dalle 8 alle 10 ore di sonno, senza trascurare l’importanza del pisolino pomeridiano, rafforza il sistema immunitario. Infatti, alcune ricerche hanno dimostrato che chi dorme in media 5 ore a notte ha il 30% delle possibilità in più di essere contagiato da virus in seguito a una esposizione. Il rischio si riduce fino al 17%, con 7 ore di sonno.

3) Avere forza mentale

Secondo Elisha Lowe, infermiera della Pennsylvania, la forza della propria mente aiuterebbe a non ammalarsi. Parlando per esperienza personale, Elisha afferma che le basta volere fortemente di rimanere sana per non ammalarsi nei periodi a più alti livelli di contagio.

4) Gestire lo stress

Oltre ad essere impossibile da evitare, è stato dimostrato che lo stress influisce negativamente sul sistema immunitario. Ecco perché bisognerebbe cercare di gestirlo, magari praticando qualche attività attraverso la quale sfogarsi, come danza, meditazione quotidiana, “visualizzazione” e affermazione. Questo è il consiglio generale dato dal medico Kathy Gruver, autrice di “The Alternative Medicine Cabinet“.

5) Curare l’igiene personale

Dan Collins, responsabile delle relazioni con i media all’ospedale di Baltimora, afferma di lavarsi le mani molto spesso e di evitare di toccare direttamente i pulsanti degli ascensori e le maniglie delle porte. Prestare attenzione alla propria igiene, specialmente quando si sta in contatto con dei posti a elevata affluenza, è una precauzione scientificamente provata. Inoltre si consiglia sempre di ridurre al minimo il contatto con occhi, naso e bocca per limitare il contagio con moltissimi virus.

6) Fare esercizio fisico

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Sport and Health Science, l’esercizio fisico regolare rafforza il sistema immunitario e rende meno predisposti alle infezioni respiratorie.

7) Lavorare da casa

Sul posto di lavoro si raggiungono livelli di stress molto alti, si è maggiormente esposti alle intemperie per andare a lavoro e si è circondati da germi e batteri. Per questo, lavorare da casa non solo permette di non prendere i germi altrui, ma anche di non diffondere i propri.

8) Riconoscere i propri limiti

Un ragazzo di San Francisco, Ken Montgomery, ha affermato di non ammalarsi seriamente da più di 15 anni, perché tutte le volte che avverte qualche sintomo influenzale riduce il carico di lavoro, evita di fare tardi, non va in palestra e dorme di più. In un solo giorno, la salute è ripristinata al 100%. Probabilmente, la mentalità del proseguire con le normali abitudini nonostante i sintomi non fa che contrastare e peggiorare la salute.

Quali sono gli alimenti antinfluenzali?

Oltre alle medicine, non bisogna mai sottovalutare l’importanza e la forza degli alimenti, che possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario. I cibi che permettono di contrastare i sintomi dell’influenza sono:

  • Aglio crudo: ha un potente effetto antibiotico, grazie alle sostanze in esso contenute, come l’allicina. Per avere degli effetti immediati, è consigliabile masticare uno spicchio crudo ogni tre o quattro ore a stomaco vuoto. Se non si sopporta il sapore, si può tagliare in piccoli pezzettini e ingerirli come pillole. Inoltre, l’ideale è pestarlo e mischiarlo al miele. Infine, se anche l’odore risulta essere insopportabile, è possibile aggiungerlo alla classica zuppa, perché l’effetto antibatterico e antivirale non diminuisce in cottura.
  • Cipolle: come l’aglio, possiedono sostanze antimicrobiche. Si consiglia di consumare una porzione di cipolle crude a distanza di poche ore, anche se assumerle quotidianamente aiuta a migliorare di gran lunga il sistema immunitario.
  • Spezie: curcuma, chiodi garofano e cannella sono ricche di antiossidanti che migliorano le funzioni del sistema immunitario. È consigliabile consumarne almeno un cucchiaino ogni mattina nella colazione.
  • Bacche: presentano altissime concentrazioni di antiossidanti e aiutano il corpo a combattere contro i virus.
  • Zuppa di pollo calda: alza la temperatura corporea, specialmente in naso e gola, creando un ambiente inospitale per virus e batteri.

Da come si può notare, esistono rimedi casalinghi e totalmente naturali per qualunque cosa. In particolar modo, alimentazione e stile di vita influiscono fortemente sulla salute ed è per questo che bisogna prestare molta attenzione alle abitudini alimentari e fisiche.

Quali metodi hai provato per non ammalarti e quali precauzioni prendi per non avere il raffreddore? Facci sapere i tuoi trucchi e i tuoi consigli!

 

comments powered by Disqus