Leggi anche

Apnee notturne

Contenuto di: - Aggiornato il 18/01/2017

Le apnee notturne sono degli episodi che si verificano durante la notte e comportano un'alterazione respiratoria.

Che cosa sono le apnee notturne?

Apnea_del_sonno | Pazienti.it

Le apnee notturne sono un disturbo caratterizzato da una riduzione o una pausa della respirazione durante il sonno.

Quanti e quali sono i tipi di apnee notturne?

Esistono tre tipi di apnee notturne del sonno:

  • apnea centrale 
  • apnea ostruttiva 
  • apnea mista

Cosa sono le apnee notturne di tipo centrale?

Le apnee notturne di tipo centrale si verificano quando il cervello non invia il segnale di respirare ai muscoli, che si occupano della respirazione.

Chi è colpito dalle apnee notturne di tipo centrale?

Ad essere soggetto delle apnee notturne di tipo centrale sono i bambini o gli adulti che:

  • soffrono di malattie cardiache
  • soffrono di malattie cerebrovascolari
  • soffrono di malattie congenite
  • assumono determinati tipi di farmaci

Cosa sono le apnee notturne di tipo ostruttivo?

Le apnee notturne di tipo ostruttivo hanno quattro caratteristiche principali:

  • via aeree ostruite
  • scarsità del livello di ossigeno nel sangue
  • scarsità del livello di ossigeno nel cervello
  • difficoltà respiratorie

Quali sono i sintomi delle apnee notturne?

Il sintomo principale causato dalle apnee notturne è il disturbo del sonno; connessi a questo sintomo principale vi sono altri sintomi quali:

  • sonnolenza diurna
  • stanchezza
  • sonnellini frequenti
  • mal di testa
  • irritabilità
  • insonnia
  • scarsa memoria
  • scarsa capacità di attenzione

Quali sono le complicanze provocato dalle apnee notturne?

Le apnee notturne possono provocare altre condizioni mediche quali:

  • pressione alta
  • insufficienza cardiaca
  • disturbi del ritmo cardiaco
  • cardiopatia aterosclerotica
  • ipertensione polmonare
  • resistenza all'insulina

Come vengono diagnosticate le apnee notturne?

La diagnosi delle apnee notturne avviene attraverso un esame fisico che permetterà al medico di capire quali sono le vie aeree ostruite, e attraverso altri test quali:

  • polisonnografia
  • test di latenza multipla del sonno
  • test di mantenimento della veglia

Delle volte la diagnosi delle apnee notturne avviene attraverso un metodo soggettivo che misura gli effetti e la gravità delle apnee notturne sui pazienti, tale test è la scala della sonnolenza di Epworth.

Quali sono i trattamenti delle apnee notturne?

I trattamenti volti a curare le apnee notturne possono essere chirurgici e non. I trattamenti non chirurgici comprendono:

  • cambiamenti comportamentali
  • avanzatori mandibolari 
  • dispositivo di pressione continua positiva delle vie aeree (cpap)
  • farmaci

I trattamenti chirurgici delle apnee notturne comprendono:

  • chirurgia delle vie aeree
  • chirurgia palatale 
  • riduzione della lingua
  • sospensione ioidea
  • procedur maxillo-mandibolare
  • chirurgia bariatrica

Quali rischi comportano i trattamenti chirurgici delle apnee notturne?

I trattamenti chirurgici volti a curare le apnee notturne comportano una serie di rischi, fra questi spiccano:

  • sanguinamento
  • infezione
  • tessuto cicatriziale
  • dolore
  • cambiamento del tono della voce
  • problemi di deglutizione
  • fallimento del trattamento