ACCUSOL C/K 35 2SA 5000ML2MMOL

1. Come si chiama la sostanza curativa?

SOLUZIONE PER EMOFILTRAZIONE/EMODIALISI/EMODIAFILTRAZIONE/POTASSIO CLORURO

2. Il ministero della sanità come lo classifica?

EMODIALITICI ED EMOFILTRATI

3. Posso farmelo prescrivere dal medico per ridurre o eliminare il costo?

NON CONCEDIBILE

4. Serve la ricetta del medico per comprarlo?

OSP

5. In che tipo di contenitore è il farmaco?

PREPARAZIONE INIETTABILE

6. Nella classificazione ATC a che gruppo appartiene?

B05ZB

7. Qual è la casa farmaceutica che lo produce?

BAXTER SpA

8. Altre informazioni sulla rimborsabilità (classe)

C

9. Qual è la classe farmacologica del prodotto?

FARMACO SOLO USO OSPEDALIERO

10. Qual è la validità del farmaco?

24 MESI

11. Quali sono le indicazioni terapeutiche del farmaco?

Per il trattamento dell'insufficienza renale acuta e cronica, come soluzione di sostituzione nella emofiltrazione ed emodiafiltrazione, e come soluzione per dialisi nella emodialisi e nella emodiafiltrazione.

12. Quali sono le controindicazioni del farmaco?

Ipokaliemia, nel caso in cui non sia prevista una contemporanea integrazione controllata di potassio. Alcalosi metabolica. Controindicazionidipendenti dalle procedure tecniche di emofiltrazione/emodialisi/emodiafiltrazione: insufficienza renale accompagnata da un aumentato ipercatabolismo nei casi in cui i sintomi uremici non possono piu' essere alleviati dall'emofiltrazione. Flusso ematico inadeguato attraverso l'accesso vascolare. Elevato rischio di emorragie in conseguenza del trattamento anticoagulante sistemico.

13. Qual è la posologia?

La quantita' di soluzione di sostituzione da somministrare a pazientiadulti e' determinata dalla velocita' di ultrafiltrazione ed e' stabilita per ciascun singolo caso in modo da assicurare un adeguato equilibrio di elettroliti e fluidi. Adulti: insufficienza renale cronica: da7 a 35 ml/kg/ora, insufficienza renale acuta: da 20 a 35 ml/kg/ora, anziani: come per gli adulti. Le raccomandazioni in merito al volume deiliquidi possono essere corrette dal medico curante in funzione del quadro clinico del paziente. A seconda della prescrizione del medico, Accusol con potassio puo' essere infuso nel circuito ematico extra-corporeo in prediluizione e/o postdiluizione. Accusol con potassio come soluzione per dialisi. La prescrizione e la quantita' di soluzione da utilizzare nel trattamento di dialisi dipendono dalle modalita' terapeutiche, dalla frequenza e durata del trattamento e saranno stabilite dalmedico curante in funzione del quadro clinico del paziente. Emodialisi: attraverso il comparto di dialisi del dializzatore. Emofiltrazione:attraverso la linea ematica arteriosa o venosa. La soluzione pronta per l'uso Accusol con potassio si ottiene aprendo la saldatura a strapposituata tra le due camere e miscelando la soluzione contenuta nella camera grande "A" con la soluzione contenuta nella camera piccola "B":

14. Quali sono le avvertenze?

La soluzione Accusol con potassio deve essere esclusivamente utilizzata direttamente da un medico o sotto la sorveglianza di un medico esperto nelle tecniche di emofiltrazione, emodialisi o emodiafiltrazione. L'equilibrio dei liquidi deve essere attentamente monitorato. L'equilibrio acido-base deve essere attentamente monitorato. Analogamente, l'equilibrio elettrolitico (cloremia, fosfatemia, calcemia, magnesiemia enatriemia) deve essere monitorato ad intervalli regolari al fine di rilevare qualsiasi potenziale squilibrio. La kaliemia deve essere monitorata ad intervalli regolari prima e durante il trattamento. Se si verifica ipokaliemia, o se sta per verificarsi, puo' rendersi necessaria una integrazione di potassio e/o il passaggio ad una soluzione sostituzione con una piu' elevata concentrazione di potassio Se inizia a svilupparsi iperkaliemia, puo' essere indicato aumentare la velocita' di filtrazione e/o il passaggio ad una soluzione di sostituzione con una concentrazione di potassio meno elevata oltre alle consuete misure di terapia intensiva. I livelli ematici di glucosio devono essere monitorati molto attentamente, in particolare nei pazienti diabetici. Puo' insorgere alcalosi se la saldatura a strappo posta tra le due camere non e' aperta e viene somministrata solo la soluzione della camera piccola"B". I sintomi / segni clinici piu' comuni dell'alcalosi sono nausea,letargia, cefalea, aritmia, depressione respiratoria.

15. Quali sono le possibili interazioni farmacologiche?

Quando si prescrive Accusol con potassio, occorre considerare le potenziali interazioni fra questo trattamento e altre terapie concomitantiprescritte per il trattamento di altre condizioni preesistenti. La concentrazione di altri medicinali nel sangue puo' essere alterata durante l'emodialisi, la emofiltrazione e la emodiafiltrazione. Nei pazientiche utilizzano glucosidi cardiaci, devono essere attentamente monitorati i livelli plasmatici di potassio in considerazione di un maggiorerischio di aritmie associate a ipokaliemia. La vitamina D e i prodottimedicinali contenenti calcio possono accrescere il rischio di ipercalcemia (ad es. il calcio carbonato che agisce da chelante del potassio). La sostituzione aggiuntiva di sodio bicarbonato puo' accrescere il rischio di alcalosi metabolica.

16. Quali sono gli effetti collaterali del farmaco?

Gli effetti indesiderati sono riferiti sia agli eventi avversi segnalati durante le sperimentazioni cliniche e che l'investigatore ha ritenuto correlabili all'Accusol con potassio (punto 1) sia a una rassegna della letteratura (punto 2). Non sono stati segnalati eventi avversi nella fase successiva all'immissione in commercio. La frequenza e' statavalutata sulla base dei seguenti criteri: molto comune (>1/10), comune (>1/100, 1/1000, 1/10.000,

17. Quali sono le indicazioni in caso di gravidanza e allattamento?

Non sono disponibili dati clinici ne' preclinici sull'uso di Accusol con potassio durante la gravidanza e l'allattamento. Accusol con potassio deve essere somministrato alle donne in gravidanza e allattamento solo se realmente necessario.

I foglietti illustrativi e le informazioni relative ai farmaci presenti in questa pagina potrebbero non essere aggiornate. In caso di dubbi è possibile consultare La Banca dati Farmaci dell' AIFA.