Tachipirina

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Tania Catalano
Indice contenuto:
  1. Cos'è la Tachipirina?
  2. Sotto quale forma si presenta la Tachipirina?
  3. In quali casi si assume la Tachipirina?
  4. Quali sono le controindicazioni relative alla Tachipirina?
  5. A cosa serve la Tachipirina?
  6. Quali sono i dosaggi in commercio?
  7. Ulteriori avvertenze
  8. Quali potrebbero essere le possibili interazioni con gli altri farmaci?
  9. Cos'è il Paracetamolo?

Cos'è la Tachipirina?

Tachipirina

La Tachipirina è un farmaco analgesico ed antipiretico, acquistabile senza obbligo di prescrizione medica. La sostanza curativa della Tachipirina è il paracetamolo.

Il meccanismo d'azione è associato all'inibizione della sintesi delle prostaglandine, l'influenza predominante sul centro di termoregolazione nell'ipotalamo e migliora il trasferimento di calore.

Sotto quale forma si presenta la Tachipirina?

La Tachipirina si presenta sotto forma di compresse, bustine, supposte, sciroppo e gocce, queste ultime confezioni contengono dosaggi pediatrici.

La Tachipirina, prodotta dalla casa farmaceutica Angelini, non contiene glutine. Una confezione chiusa correttamente ha una validità di 60 mesi.

La Tachipirina si presenta sotto forma di:

  • Compresse
  • Bustine in polvere da diluire in acqua
  • Sciroppo
  • Supposte

In quali casi si assume la Tachipirina?

Come antipiretico:

  • trattamento sintomatico di affezioni febbrili;
  • influenza;
  • malattie esantematiche;
  • affezioni acute del tratto respiratorio

Come analgesico:

A differenza di tante altre medicine che devono essere assunte solo a stomaco pieno, a causa delle controindicazioni che potrebbero causare all'apparato digernete, la Tachipirina può essere assunta anche a stomaco vuoto, non andando ad irritare le pareti dello stomaco.

Inoltre, se si assume per alleviare sintomi come cefalea, raffreddore, nevralgia, è possibile farlo anche in assenza di febbre.

Quali sono le controindicazioni relative alla Tachipirina?

La Tachipirina, se assunta in dosi elevate, può provocare:

In caso di gravidanza, sebbene non risultino particolari controindicazioni, si consiglia di assumere la Tachipirina sotto il controllo medico.

A cosa serve la Tachipirina?

Il paracetamolo, principio attivo della Tachipirina, è un farmaco ad azione analgesica (antidolorifico) e antipiretica (riduce la temperatura corporea in caso di febbre).

La Tachipirina lenisce il dolore e riduce lo stato febbrile grazie alla sua capacità di inibire la produzione di prostanoidi a livello del SNC (sistema nervoso centrale). 

È l'antipiretico per eccellenza, raccomandato se la temperatura supera i 37°.

Quali sono i dosaggi in commercio?

Esistono diversi dosaggi e diversi formati in commercio:

  • Compresse 500 mg. Per bambini di peso compreso tra 21 e 25 kg: una metà alla volta, da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare 6 dosi al giorno (3 compresse). Per bambini di peso compreso tra 26 e 40 kg: 1 compressa alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 somministrazioni giornaliere. Bambini di peso compreso tra 41 e 50 kg: 1 compressa alla volta, da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare 6 dosaggi giornalieri. Bambini di peso superiore a 50 kg: 1 compressa alla volta, da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare 6 dosaggi giornalieri. Adulti: 1 compressa alla volta, da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere. In caso di forte dolore o febbre alta, 2 compresse da 500 mg da ripetere se necessario dopo almeno 4 ore.
  • Granulato effervescente 500 mg: sciogliere i granuli effervescenti in un bicchiere d'acqua. Per bambini di peso compreso tra 26 e 40 kg: 1 cucchiaino alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 dosi al giorno. Bambini di peso compreso tra 41 e 50 kg: 1 cucchiaino alla volta, da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere. Bambini di peso superiore a 50 kg: 1 cucchiaino alla volta, da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere. Adulti: 1 cucchiaio alla volta, da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere. In caso di forte dolore o febbre alta, 2 bustine da 500 mg da ripetere se necessario dopo almeno 4 ore.
  • Granulato effervescente 125 mg: sciogliere i granuli effervescenti in un bicchiere d'acqua. Bambini di peso compreso tra 7 e 10 kg: 1 cucchiaino alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 dosi al giorno. Per i bambini da 11 a 12 kg: 1 cucchiaino alla volta, da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere. Per i bambini di peso compreso tra 13 e 20 kg: 2 buste alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 dosi al giorno. Per bambini di peso compreso tra 21 e 25 kg: 2 buste alla volta (corrispondenti a 250 mg di paracetamolo), da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere.
  • Sciroppo (con e senza zucchero): la confezione è dotata di un erogatore contrassegnato da delle tacche che misurano il livello corrispondente alla capacità di 5 ml, 7,5 ml, 10 ml, 15 ml e 20 ml. Per i bambini di peso compreso tra 7 e 10 kg: 5 ml per volta (corrispondenti a 120 mg di paracetamolo), ripetuti se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 somministrazioni al giorno. Per i bambini di peso compreso tra 11 e 12 kg: 5 ml per volta (corrispondenti a 120 mg di paracetamolo), da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere. Per bambini di peso compreso tra 13 e 20 kg: da 7,5 a 10 ml per volta (corrispondenti rispettivamente a 180 e 240 mg di paracetamolo), da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 dosi al giorno. Per i bambini di peso compreso tra 21 e 25 kg: 10 ml per volta (corrispondenti a 240 mg di paracetamolo), da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere. Per bambini di peso compreso tra 26 e 40 kg: 15-20 ml alla volta (corrispondenti rispettivamente a 360 e 480 mg di paracetamolo), da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 dosi al giorno. Ragazzi di peso compreso tra 41 e 50 kg: 20 ml alla volta (corrispondenti a 480 mg di paracetamolo), ripetuti se necessario dopo 4 ore, senza superare 6 somministrazioni al giorno. Bambini di peso superiore a 50 kg: 20 ml alla volta (corrispondenti a 480 mg di paracetamolo), da ripetere, se necessario, dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere. Adulti: 20 ml alla volta (corrispondenti a 480 mg), da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare 6 dosaggi giornalieri. 
  • Gocce orali, Soluzione 100 mg/ml: una goccia di paracetamolo gocce orali corrisponde a 3,1 mg. Bambini di peso compreso tra 3,2 e 6 kg: 14-20 gocce alla volta (corrispondenti rispettivamente a 43,4 e 62 mg di paracetamolo), da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare le 4 dosi al giorno. Bambini di peso compreso tra 7 e 10 kg: 35-40 gocce alla volta (corrispondenti rispettivamente a 108,5 e 124 mg di paracetamolo), da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare le 4 dosi al giorno. Per bambini di peso compreso tra 11 e 12 kg: 35-40 gocce alla volta (corrispondenti rispettivamente a 108,5 e 124 mg di paracetamolo), da ripetere, se necessario, dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere.
  • Supposte "Baby" (62,5 mg). Bambini di peso compreso tra 3,2 e 5 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare le 4 dosi al giorno.
  • Supposte "Infanzia" (125 mg). Bambini di peso compreso tra 6 e 7 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 dosi al giorno. Bambini di peso compreso tra 7 e 10 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 4-6 ore, senza superare il dosaggio giornaliero di 5. Per i bambini di peso compreso tra 11 e 12 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 4 ore, senza superare le 6 dosi giornaliere.
  • Supposte "Bambini" (250 mg). Bambini da 11 a 12 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 8 ore, senza superare le 3 dosi al giorno. Bambini di peso compreso tra 13 e 20 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, da non superare 4 dosi al giorno.
  • Supposte "Bambini" (500 mg). Bambini da 21 a 25 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 8 ore, senza superare le 3 dosi al giorno. Per bambini di peso compreso tra 26 e 40 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, da non superare 4 dosi al giorno.
  • Supposte "Adulti" (1000 mg). Bambini di peso compreso tra 41 e 50 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 8 ore, senza superare le 3 dosi al giorno. Bambini di peso superiore a 50 kg: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 dosi al giorno. Adulti: 1 supposta alla volta, da ripetere se necessario dopo 6 ore, senza superare 4 dosi al giorno. Insufficienza renale: in caso di insufficienza renale grave (clearance della creatinina inferiore a 10 ml / min), l'intervallo tra le dosi deve essere di almeno 8 ore.

Ulteriori avvertenze

Nei rari casi di reazioni allergiche, la somministrazione deve essere interrotta e deve essere istituito un trattamento appropriato.

Usare con cautela nei casi di:

Alte dosi o prolungate del prodotto possono causare un alto rischio di epatopatia e alterazioni a livello renale e sanguigno troppo gravi, per cui la somministrazione in soggetti con nefropatia lieve o moderata e in pazienti con sindrome di Gilbert va fatta solo se effettivamente ce n'è bisogno.

In caso di uso prolungato, è consigliabile monitorare la funzionalità epatica e la funzionalità renale e la conta ematica. 

Quali potrebbero essere le possibili interazioni con gli altri farmaci?

L'assorbimento orale del paracetamolo dipende dalla velocità di svuotamento gastrico. Pertanto, la somministrazione concomitante di farmaci che rallentano (ad es. anticolinergici, oppioidi) o aumentano la velocità di svuotamento gastrico può determinare rispettivamente una diminuzione o un aumento della biodisponibilità del prodotto. La somministrazione concomitante di Colestiramina riduce l'assorbimento del paracetamolo. L'assunzione simultanea di paracetamolo e cloramfenicolo può indurre un aumento dell'emivita del cloramfenicolo, con il rischio di aumentare la tossicità.

L'uso concomitante di paracetamolo (4 g al giorno per almeno 4 giorni) con anticoagulanti orali può causare lievi variazioni nell'INR. In questi casi, deve essere condotto un monitoraggio più frequente dei valori di INR durante l'uso concomitante e dopo l'interruzione. Usare con estrema cautela e sotto stretto controllo durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione della monoossigenasi epatica o in caso di esposizione a sostanze che possono avere questo effetto (es. Rifampicina, cimetidina, antiepilettici come glutetimide, fenobarbital, carbamazepina). Lo stesso vale nei casi di alcolismo e nei pazienti trattati con zidovudina. La somministrazione di paracetamolo può interferire con la determinazione della concentrazione sierica di acido urico (con il metodo dell'acido fosfotungstico) e con quella del glucosio ematico (con il metodo della glucosio-ossidasi-perossidasi).

Cos'è il Paracetamolo?

Il paracetamolo è una medicina comunemente usata che può aiutare a trattare il dolore e a ridurre l'alta temperatura (febbre).

Viene in genere utilizzato per alleviare il dolore lieve o moderato, come mal di testa, mal di dentidistorsioni e ridurre la febbre causata da malattie come raffreddore e influenza.

Il paracetamolo è spesso raccomandato come uno dei primi trattamenti per il dolore, in quanto è sicuro per la maggior parte delle persone e gli effetti collaterali sono rari.

La maggior parte delle persone può prendere il paracetamolo in modo sicuro, tra cui:

  • Donne incinte
  • Donne che allattano
  • Bambini oltre i 2 mesi di età, si consigliano dosi più basse per i bambini piccoli

Chiedere sempre consiglio prima di prendere paracetamolo se:

  • ci sono problemi al fegato o ai reni;
  • si hanno problemi con l'alcol, come abuso di alcool a lungo termine;
  • si è molto sottopeso;
  • si stanno prendendo altri farmaci