Paracetamolo

Contenuto di: , , - Curatore scientifico: Dr. Tania Catalano
Indice contenuto:
  1. Cosa è il paracetamolo?
  2. Sotto quali forme è disponibile il paracetamolo?
  3. In quali casi è utilizzato il paracetamolo?
  4. Qual è la modalità di assunzione del paracetamolo?
  5. Quali sono gli effetti indesiderati del paracetamolo?

Cosa è il paracetamolo?

Tachipirina

Il paracetamolo è il principio attivo di alcuni farmaci ad azione analgesica (antidolorifici) e antipiretica (riduttori della temperatura corporea in caso di stati febbrili). Il paracetamolo allevia il dolore e riduce la febbre attraverso la sua azione sul cervello, questo vuol dire che la sua capacità di abbassare la febbre e alleviare il dolore è dovuta all’inibizione, nel sistema nervoso centrale (SNC), della produzione di prostanoidi, sostanze che fanno avvertire il dolore.

Sotto quali forme è disponibile il paracetamolo?

Il paracetamolo è disponibile in:

  • sospensione liquida
  • compresse masticabili
  • compresse rivestite
  • supposte

In quali casi è utilizzato il paracetamolo?

Il paracetamolo è utilizzato nei casi di:

  • febbre
  • dolori associati a molte condizioni

Qual è la modalità di assunzione del paracetamolo?

Il paracetamolo può essere assunto nelle quantità di 325 o 650 mg ogni 4 a 6 ore negli adulti. La dose massima giornaliera è di 4 grammi. La dose orale per un bambino dipende dall'età, e l'intervallo è 40-650 mg ogni 4 ore. Quando è somministrato come una supposta, la dose per adulti è di 650 mg ogni 4 a 6 ore. Per i bambini, la dose è di 80-325 mg ogni 4 a 6 ore.

Quali sono gli effetti indesiderati del paracetamolo?

Se utilizzato in modo appropriato, gli effetti collaterali del paracetamolo sono rari. L'effetto collaterale più grave è il danno del fegato dovuto ad un'assunzione elevata. Il paracetamolo viene utilizzato in tutte le fasi della gravidanza.