PSA

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Andrea Militello
Indice contenuto:
  1. Cosa è il PSA?
  2. Quali sono i normali valori di PSA nell'uomo?
  3. Quali fattori influenzano le concentrazioni di PSA?
  4. Quali fattori patologici influenzano le concentrazioni di PSA?
  5. Quali possono essere gli elementi utili per valutare il significato clinico di un elevato PSA antigene prostatico?
  6. Quando è consigliare fare un'analisi del PSA antigene prostatico?

Cosa è il PSA?

Psa

Il PSA (Antigene prostatico specifico) è un enzima prodotto dalla ghiandola prostatica. Il PSA consente di mantenere liquido il seme dopo l'eiaculazione. I valori dell'enzima sono di piccole quantità nel siero degli uomini con la prostata sana, e in elevata quantità nei casi di disturbi o cancro alla prostata.

Quali sono i normali valori di PSA nell'uomo?

I valori tendono a variare con l'avanzare dell'età e con il naturale incremento del volume della prostata, tipico dell'invecchiamento. Normalmente il PSA oscilla tra i 2 e 4 ng/ml. Un valore dell'antigene prostatico pari a 4 ng/ml è considerato sano a 70 anni mentre è sospetto se il soggetto ha 50 anni. Per gli uomini più giovani, il valore corretto è di 2,5 ng/ml.

Quali fattori influenzano le concentrazioni di PSA?

Diversi fattori, non necessariamente patologici, possono influenzare le concentrazioni di PSA, come:

  • recenti rapporti sessuali con eiaculazione
  • visita con esplorazione digito-rettale
  • ecografia transrettale
  • manovre urologiche (inserimento di catetere, cistoscopia)
  • traumatismi

Quali fattori patologici influenzano le concentrazioni di PSA?

Diversi fattori patologici alterano i normali valori di PSA, come:

  • infezioni o infiammazioni (prostatite)
  • ipertrofia prostica benigna
  • tumore alla prostata

Maggiore è il livello dell'enzima, maggiore è la probabilità che si sia in presenza di un tumore alla prostata.

Quali possono essere gli elementi utili per valutare il significato clinico di un elevato PSA antigene prostatico?

Elementi utili possono essere raccolti valutando la proporzione tra PSA libero e PSA legato a proteine di trasporto. Infatti condizioni benigne, come l'ipertrofia prostatica, aumentano prevalentemente la quota libera, mentre il cancro alla prostata produce soprattutto un aumento del PSA legato.

Quando è consigliare fare un'analisi del PSA antigene prostatico?

Il PSA antigene prostatico è un esame utile a titolo di prevenzione e con­sigliabile all'uomo una volta all'anno, dopo i quarantacinque anni, insieme alla visita urologica.