Holter pressorio

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Leon Bertrand
Indice contenuto:
  1. Che cos'è l'Holter pressorio?
  2. In quali casi si fa ricorso all'holter pressorio?
  3. Come si svolge l'holter pressorio?
  4. Cos’è un monitor Holter?
  5. Precisione del test
  6. Come valutare i risultati dell'holter?

Che cos'è l'Holter pressorio?

Fotosearch k12809058

L'holter pressorio, anche detto monitoraggio pressione arteriosa 24h, viene utilizzato per reperire informazioni utili e complete per la valutazione del paziente iperteso. Il monitoraggio della pressione arteriosa viene effettuato nell'arco delle 24 ore e registrato da un piccolo apparecchio che il paziente può legare alla cintura.

In quali casi si fa ricorso all'holter pressorio?

L’elettrocardiogramma è un esame medico in cui gli elettrodi sono posizionati sul cuore per misurare la frequenza cardiaca e il ritmo cardiaco, oltre che per ricercare altre anomalie che possono influire sulla normale funzionalità cardiaca. È possibile però che il paziente registri irregolarità nel ritmo cardiaco che non si mostrano con evidenza durante la ECG; ciò è dovuto al fatto che si è collegati alla macchina per un brevissimo lasso di tempo.

L’Holter è di aiuto proprio in questi casi, in cui vi è il sospetto di irregolarità del battito cardiaco, poiché consente al medico un monitoraggio in un periodo di tempo più ampio.

Le registrazioni effettuate dal monitor permettono infatti al medico di determinare se il cuore è sufficientemente irrorato da ossigeno o se gli impulsi elettrici del cuore sono in ritardo. Se si soffre già di problemi di cuore, il dispositivo Holter può aiutare a determinare se i farmaci assunti nella propria cura funzionano correttamente o se devono essere apportate modifiche al trattamento.

Come si svolge l'holter pressorio?

Il monitor Holter è piccolo (leggermente più grande di un mazzo di carte da gioco), e vi sono collegati vari cavi e fili. I cavi sono collegati a elettrodi che vengono posizionati sulla pelle del torace mediante un tipo di colla-gel. Gli elettrodi metallici trasmettono l’attività cardiaca al monitor Holter attraverso i fili.

Il monitor viene invece indossato mediante un piccolo sacchettino da appendere al collo ed è importante che il monitor rimanga vicino al corpo durante il test, per garantire precisione delle letture dei risultati. Il medico mostrerà al paziente come riposizionare gli elettrodi eventualmente allentati o caduti durante il test. È importante ricordarsi di non bagnare il monitor: abbiate quindi cura di evitare di nuotare, fare il bagno o la doccia mentre indossate l’Holter.

Durante il monitoraggio, al paziente viene richiesto di compiere le normali attività quotidiane e di registrare le attività svolte su un diario giornaliero; ciò aiuterà il medico a determinare se i cambiamenti registrati a livello del cuore sono legati a comportamenti e movimenti del paziente.

Indossare l’Holter non comporta rischi per il paziente, ma l’adesivo che collega gli elettrodi alla pelle potrebbe provocare una lieve irritazione in alcuni pazienti; (ricordate quindi di segnalare opportunamente allergie a nastri adesivi o simili. Il test Holter è inoltre indolore; nel caso dunque di eventuali dolori al torace, tachicardia, o altri sintomi cardiaci che si registrino durante il test, annotateli sul taccuino.

Cos’è un monitor Holter?

Un monitor Holter è un piccolo dispositivo medico comunemente utilizzato per tracciare il ritmo cardiaco; esso può esservi consigliato dal medico se soffrite di problemi cardiaci o se si sospetta un problema cardiaco.

È importante che l’Holter venga utilizzato durante le attività quotidiane; assicuratevi che l’Holter rimanga asciutto mentre il cuore viene monitorato. Il medico deciderà per la rimozione del monitor quando il test sarà finito ed esaminerà con attenzione i risultati per determinare il passo successivo da compiersi.

Un monitor Holter è alimentato a batteria e i valori di riferimento che misura sono il ritmo e il battito del vostro cuore. Il medico può richiederne l’utilizzo nel caso in cui necessiti di ulteriori informazioni sulle funzioni del cuore rispetto a quelle che può fornire un elettrocardiogramma di routine (ECG).

Il monitoraggio Holter è un testo continuo (24 ore), per registrare battito e ritmo cardiaco del paziente. Come un normale elettrocardiografo, il dispositivo è dotato di elettrodi e cavi elettrici e va indossato per un periodo compreso tra le 12 e le 48 ore, mentre si svolgono le attività di routine.

L’Holter registra non solo battito e ritmo cardiaco, ma è indicato anche quando si accusano dolori al petto o si presentano sintomi come un battito cardiaco irregolare o un’aritmia.

A volte l’esame eseguito col monitor Holter viene anche definito elettrocardiografia ambulatoriale.

Precisione del test

Al fine di garantire il corretto funzionamento del dispositivo, è importante ricordare di mantenerlo lontano dall’umidità e all’asciutto; pertanto è raccomandabile fare un bagno o la doccia (senza applicare alcuna crema o lozione subito dopo) prima dell’appuntamento per l’applicazione del monitor.

Non solo l’acqua, ma anche i campi elettrici possono interferire col corretto funzionamento del monitor Holter; quando si indossa l’Holter, è bene evitare le zone con linee ad alta tensione.

Come valutare i risultati dell'holter?

Terminato il periodo di tempo richiesto per il test, il paziente dovrà tornare presso il medico per la rimozione in sicurezza del monitor Holter.

Il medico leggerà il diario delle attività svolte dal paziente assieme ai risultati dell’Holter. A seconda dei risultati del test, potrebbe essere necessario sottoporsi ad ulteriori indagini prima che venga effettuata la diagnosi definitiva.