Ritenzione idrica

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Michelle Colafrancesco
Indice contenuto:
  1. Quali sono i sintomi della ritenzione idrica?
  2. Quali sono le cause della ritenzione idrica?
  3. Quali sono i rimedi per la ritenzione idrica?
  4. Quali sono i rimedi naturali per la ritenzione idrica?

Quali sono i sintomi della ritenzione idrica?

Ritenzione idrica

Il sintomo tipico della ritenzione idrica è un gonfiore anomalo e in genere localizzato in alcune parti del corpo: caviglie, cosce, addome o glutei.

Quali sono le cause della ritenzione idrica?

La dieta

Noi tutti abbiamo bisogno di assumere sodio, poiché questo svolge un ruolo fondamentale nella regolazione della pressione sanguigna e nei livelli di liquidi. Tuttavia  ne abbiamo bisogno di una piccola quantità; se ce n’è troppo, il nostro corpo comincerà a trattenere l’acqua. Il sale da tavola è una delle nostre fonti di sodio, ma ne assumiamo anche da cibi processati come la carne lavorata, cracker, patatine, minestre, verdure in scatola e persino bibite analcoliche.

Stile di vita

Hai gambe e caviglie gonfie? La gravità tende a portare il sangue nelle parti basse del corpo. Questo aumenta la pressione all’interno dei vasi sanguigni delle gambe e dei piedi, causando una fuoriuscita di fluidi nei tessuti. Stare seduti o in piedi troppo a lungo può determinare una ritenzione di liquido nei tessuti. Se devi stare molto in piedi per lavoro, a fine giornata potresti notare gonfiore alle gambe e alle caviglie. É anche molto comune che avvenga dopo un lungo periodo in aereo. La chiave è incrementare il movimento.

Potrebbero essere i cambiamenti ormonali?

É normale per una donna sentirsi gonfia nel periodo premestruale; di solito questa condizione sparisce dopo qualche giorno. Anche gli ormoni utilizzati come anticoncezionali o nelle terapie sostitutive possono causare ritenzione idrica.

Farmaci

Molti farmaci hanno tra i loro effetti collaterali, la ritenzione idrica. Questi comprendono:

Se ritieni che le medicine siano il problema, rivolgiti al tuo medico, potrebbe essere necessario modificare la terapia.

Problemi cardiaci

Un cuore debole non è in grado di pompare efficacemente il sangue. Questo può causare ritenzione idrica con conseguente rigonfiamento delle gambe e dell’addome. Altri sintomi d’insufficienza cardiaca includono:

  • Debolezza
  • Stordimento
  • Battito accelerato
  • Stanchezza
  • Fiato corto
  • In casi estremi l’insufficienza cardiaca può causare un pericoloso accumulo di fluidi nei polmoni.

Problema venoso

Se le valvole all’interno dei vasi non si chiudono come dovrebbero, il risultato è che il sangue tornerà al cuore con difficoltà, questo può causare gonfiore alle gambe.

Altri sintomi comprendono:

  • Gambe doloranti
  • Vene varicose
  • Cambiamenti nel colore della pelle
  • Eruzioni cutanee
  • Ulcere alla pelle

Altre cause

La ritenzione idrica può essere causata da alcune malattie serie:

  • Trombosi venosa profonda: se noti gonfiore a un piede o a una gamba soltanto, è possibile che sia presente un coagulo di sangue. Altri sintomi di questa malattia comprendono dolore, calore e rossore. Un coagulo di sangue si può formare per esempio nel periodo successivo a un intervento chirurgico, o durante un lungo volo. Può essere molto pericoloso ed è necessario l’intervento immediato di un medico.
  • Edema polmonare. Le persone con insufficienza cardiaca cronica possono riscontrare un accumulo di fluidi dentro i polmoni. Altri sintomi comprendono fiato corto e tosse. Anche in questa situazione si richiede un intervento d’emergenza.
  • Preclampsia. È normale che alcune donne notino gonfiore ai piedi e alle gambe verso la fine della gravidanza, ma se ciò accade alle mani ed al viso potrebbe essere segno di un pericoloso problema legato alla pressione chiamato preclampsia. Chiama il tuo medico se riscontri gonfiore accompagnato da mal di testa, visione offuscata e dolore addominale. 

Altre cause di ritenzione idrica comprendono:

  • Cancro (ai reni, al fegato, alle ovaie)
  • Problemi renali
  • Cirrosi epatica
  • Perdita di proteine dovuta a malnutrizione
  • Linfedema, una condizione rara che si sviluppa quando i linfonodi vengono danneggiati o rimossi durante le terapie per il cancro

Quali sono i rimedi per la ritenzione idrica?

In alcuni casi il gonfiore può richiedere l’intervento immediato di un medico. Se è dovuto al ciclo mestruale o a un pasto molto salato sparirà da solo. Se il sintomo di una condizione medica, la terapia adatta dovrebbe farlo regredire. 

Il tuo medico ti può inoltre suggerire di:

  • Assumere dei medicinali: il tuo medico può prescriverti dei diuretici che ti aiutino a eliminare il sodio e i fluidi in eccesso tramite l’urina.
  • Indossare calze a compressione: speciali calze che comprimono le gambe aiutando la circolazione sanguigna. 

Quali sono i rimedi naturali per la ritenzione idrica?

I rimedi naturali contro la ritenzione idrica sono: 

  • Una dieta povera di sodio: non assumere più di 2,3 milligrammi di sodio al giorno. Controlla il livello di sale dei cibi e delle bevande prima di acquistarli. Puoi aiutare riequilibrare il livello sodio mangiando cibi ricchi di potassio come le banane, gli spinaci e bevendo molta acqua.
  • Alzare le gambe: stenditi con i piedi sopra al livello del cuore spesso durante il giorno, per spostare il liquido da piedi e caviglie.