Eiaculazione

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Valter Borghino
Indice contenuto:
  1. Cosa è l'eiaculazione?
  2. Come avviene il processo di eiaculazione?
  3. Quando si parla di eiaculazione precoce?
  4. Quali sono le cause dell’eiaculazione precoce?
  5. È possibile curare l’eiaculazione precoce?
  6. Altri disturbi collegati all’eiaculazione

Cosa è l'eiaculazione?

Eiaculazione

L'eiaculazione è l’espulsione di sperma e liquido seminale durante un orgasmo maschile.
Quando si parla di riflesso eiaculatorio ci si riferisce ad una diretta conseguenza della stimolazione del pene.

Come avviene il processo di eiaculazione?

L’eiaculazione nell’uomo avviene secondo queste fasi:

  • l’uomo subisce lo stimolo di un’eccitazione sessuale;
  • gli spermatozoi vengono espulsi nella prostata;
  • spermatozoi e liquido seminale si dirigono verso l’uretra;
  • lo sperma viene espulso;
  • ogni eiaculazione è accompagnata da diverse contrazioni muscolari;
  • solo dopo circa 30 minuti l’organismo umano è in grado di far ripartire l’intero processo eiaculatorio.

L’eiaculazione può avvenire anche senza un’erezione visto che questa è controllata dall’ipofisi. È il caso, ad esempio, del fenomeno delle polluzioni notturne, eiaculazioni involontarie che colpiscono soprattutto i giovani (probabilmente a causa dell’alto tasso di testosterone presente nell’organismo).

Quando si parla di eiaculazione precoce?

L’eiaculazione precoce è la disfunzione sessuale maschile più diffusa (colpisce circa un uomo su tre) e consiste nella perdita del controllo eiaculatorio che diventa così un riflesso involontario. Il disagio non è solo maschile ma della coppia, visto che l’uomo eiacula prima del raggiungimento dell’orgasmo, rovinando così il rapporto sessuale.

Per provare a spiegare questo disturbo sono state avanzate diverse ipotesi che collegano l’eiaculazione precoce con: 

  • la durata del rapporto sessuale
  • possibili disfunzioni sessuali femminili
  • casi di insoddisfazione della coppia

A livello scientifico si fa riferimento all’insufficiente percezione di controllo che un uomo ha sulla propria eiaculazione rispetto all’intero processo di eccitazione sessuale.
Questa carenza investe il raggiungimento reale del massimo grado di soddisfazione psicofisica che attiva solitamente il riflesso eiaculatorio.

Quali sono le cause dell’eiaculazione precoce?

Esistono due tipi di cause che possono spiegare il fenomeno dell’eiaculazione precoce:
 

Organiche

  • anomalie anatomiche del pene
  • ipersensibilità del glande
  • disturbi infiammatori alla prostata e alla vescica

Psicologiche

  • ansia da prestazione
  • difficoltà nell’esprimere e nel gestire le proprie emozioni
  • problemi relazionali all’interno della coppia

È possibile curare l’eiaculazione precoce?

Il trattamento per risolvere questo disturbo è incentrato principalmente su percorsi psicoterapeutici personalizzati, condotti con il supporto di uno psicologo-sessuologo. L’attenzione è focalizzata sulla calma personale e sulla capacità di gestire e controllare a dovere le proprie emozioni.
I trattamenti farmacologici al momento non offrono soluzioni soddisfacenti e definitive.

Altri disturbi collegati all’eiaculazione

Esistono poi anche altri disturbi connessi con l’eiaculazione maschile:

  • Aneiaculazione: mancata fuoriuscita di sperma durante l’eiaculazione. Può essere causata dall’effetto di alcuni farmaci assunti dall’uomo (soprattutto antidepressivi).
  • Eiaculazione retrograda: lo sperma viene rilasciato nella vescica urinaria.
  • Eiaculazione con sangue: lo sperma contiene del sangue. Cause: infezioni o tumori alla prostata.
  • Eiaculazione dolorosa: l’uomo prova dolore durante l’eiaculazione. Cause: infezioni alla prostata.